5 gennaio 2013

Non sono niente. [...] A parte questo ho in me tutti i sogni del mondo. *

E io sono così, futile e sensibile, capace di impulsi violenti e coinvolgenti; buoni e cattivi; nobili e vili; ma mai di un sentimento che perduri, mai di una emozione che continui e penetri nella sostanza dell'anima. Tutto in me tende ad essere poi un'altra cosa: una impazienza dell'anima verso se stessa, come verso un bambino inopportuno; una inquietudine sempre crescente e sempre uguale. Tutto mi interessa e nulla mi prende. Seguo tutto sognando sempre; seguo le minime contrazioni del viso di colui con cui parlo, colgo le intonazioni millimetriche del suo modo di dire; ma nell'udirlo, non lo ascolto, penso ad un'altra cosa, e quello che meno ho colto della conversazione è stata la nozione di ciò che è stato detto, da parte mia o da parte di colui con cui ho parlato. Così, a volte, ripeto a qualcuno ciò che già gli ho ripetuto, gli chiedo di nuovo ciò che a cui lui ha già dato una risposta; ma posso descrivere, in quattro parole fotografiche, il sembiante muscolare con cui lui ha detto ciò che non ricordo, o l'inclinazione di udire con gli occhi con cui ha recepito la narrazione che non ricordavo di avergli fatto.
Io sono due, ed entrambi distanti - fratelli siamesi non congiunti.

Fernando Pessoa - Il libro dell'inquietudine


La storia della mia vita.
Ché poi mi piaccia ammantare di poesia, pigrizia e distrazione è altra cosa. Ho perso la passione, mi dico, rispetto a dieci anni fa. La passione perdurante, la passione che ti lega indissolubilmente a qualcosa. All'arte in generale. O più in specifico alla musica, al cinema. Ad un regista. Ad un momento storico. E quindi ne vuoi sapere sempre di più e tutta la tua vita, i tuoi occhi, le parole e l'anima sono piene di informazioni. E colano sempre fuori. E non trattieni nulla perché è tanto, a volte troppo e vorresti invadere tutto e tutti.
A me interessa tutto. Ho un bagaglio culturale discreto. Molto vario direi. Ma poco profondo. E me ne rammarico. Son presa da passioni violente, immediate, che spesso stempero. Le stempero in modo naturale perché a me piace la calma. Mi piacciono le linee. Mi piacciono le pianure e gli orizzonti lunghissimi. Ma vorrei, vorrei davvero riuscire ad appassionarmi con la pelle e con l'anima a qualcosa. Ma appassionarmi letteralmente: tipo quelli che sanno tutto tutto tutto di un film o che conoscono migliaia di gruppi musicali o che citano a memoria date e protagonisti di periodi storici. Io non sono così. Guardo i miei film, ascolto (poca) musica, leggo tantissimo e di tutto. Ho suonato il pianoforte quasi dieci anni. E ora non lo tocco da (troppo) tempo. Ho letto quasi tutti i maggiori rappresentanti della letteratura russa. Ho letto praticamente quasi tutto riguardo alla beat generation e sono pure andata a San Francisco a cercare luoghi, odori e sensazioni. Ho nuotato per anni. E un'infinità di altre cose. E ora cosa mi rimane? La delusione di non essere un talento in nulla ma bravina in tutto. Che a pensarci, a volte, è una condanna.
Dieci anni fa avrei odiato questa mia attuale mediocrità. Ora l'abbraccio e la respingo. Vivo nel perenne contrasto di amare ciò che sono, tutto ciò che so e la sensazione di serenità che mi dà l'avere curiosità per tutto e, quindi, il saper parlare in modo generico di molti argomenti e l'ammirazione per chi è in grado di parlare approfonditamente anche di un solo argomento.

Io sono due. 



Random facts:

✖ Il 2013 è arrivato. Giubilo sia. Amo gli anni dispari.
✖ La notte di Capodanno eravamo tutti a dormire alle 2. Felici.
✖ Un'ora fa mi si è rotta un'unghia.
✖ La cosa più bella dell'ultimo mese è la cucciola di Amstaff presa da Lui. Ho scoperto l'amore.
✖ Alla fine di febbraio io e Lui andremo a Cracovia qualche giorno. Ad avere freddo e a mangiare come non ci fosse domani perché non costa proprio una beata fonchia! Che bella moneta lo złoty.

* Fernando Pessoa, Tabacaria


Share:

36 commenti:

  1. Lunedì ricordami che devo chiedere se per caso mi lasciano prendere un paio di giorni liberi a Pasqua, così torno in Italia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che palle! E io che speravo di non vederti per molto tempo.

      Elimina
    2. Ma se ti avverto apposta con tutto questo anticipo così puoi ben guardarti dal farti trovare nella mia terra!

      Elimina
    3. Tu sì che mi vuoi bene!

      Elimina
  2. e vedrai che bella cracovia
    di quei posti che nessuno si fila mai, e che invece poi ti dici "osticazzi, però"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho questa sensazione anche io. Sulla sua bellezza, dico.
      Ma la maggior parte delle persone mi chiede: "a Cracovia a fare cosa?". E non merita risposta.

      Elimina
    2. ricordati: un medio non si nega a nessuno. se del caso. eh :-)

      Elimina
    3. Di quelli ne dispenso molti mentalmente. Nel concreto son troppo signora.

      Elimina
  3. È da un po' che a Cracovia ci voglio andare pure io. Perché lo so che è bella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so anche io. Lo sento. Vacci.

      Elimina
  4. Avevo un Amstaff, anche io avevo scoperto l'amore. E l'avevo quando ero una bambina che tirava la coda ai cani, quindi non credere mai a nessuno che ti dice che sono cattivi/ammazzano e mangiano i bambini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non pensavo che un animale mi avrebbe mai fatta sentire così. <3

      Elimina
  5. Cracovia è bellissima. Io e Julez ci siamo stati qualche anno fa.
    Andate alla miniera di sale di Wielizka o come diavolo si scrive, è uno spettacolo magnifico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavo proprio leggendo ieri di quella miniera. Penso sia fattibile, tempisticamente. Mi incuriosisce molto gli occhi.

      Elimina
    2. voto JF per le miniere. se avete tempo e modo, è qualcosa di unico.

      Elimina
    3. Vedremo come organizzarci. Il tempo è cacca. Sicuramente una mezza giornata ci parte con Auschwitz.

      Elimina
  6. Ma invece tu sai tutto-tutto di un film!!! Mean Girls!! Sai tutte le battute migliori, e le sai anche in lingua originale! Ho passato anni a cercare qualcuno che conoscesse Glen Coco, il "mercoledì vestiamo di rosa", o lo spelling di "orange"!:-*
    E hai anche trovato quelle che matite che, per inciso, sono esaurite-quindi non le ho potute comprare-quindi ora le voglio disperatamente.

    Ora ti direi anche che sei mia amica, quindi qualsiasi cosa succeda sei eccezionale per me. Ma ci conosco, se lo faccio poi attacchiamo coi cuoricini, i bacini, gli abbracci e le lacrime di commozione, e francamente stiamo anche un pò rompendo i coglioni alla società, non ti pare?

    E poi.. a dirla tutta c'è anche una mezza balla, in tutto l'edificante racconto.
    Le unghie spezzate sono due. E hai anche tolto lo smalto.
    Ora per punizione tira fuori i numeri dei boscaioli canadesi.
    So che li hai da qualche parte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono circa sei giorni che voglio scriverti un sms ma poi mi dimentico o rimando o 'sto cazzo. Però sei viva. Che bellezza! (Manchi).

      Ad ogni modo sorvolando sulle lacrime, capelli strappati e vesti stracciate ti dico che conoscere Mean Girls è un dovere morale e quindi non possiamo annoverarlo tra le conoscenze ottenute con sforzo e sudore. Insomma se non l'hai mai visto e non conosci almeno due battute non so come tu possa e faccia a vivere.

      A mia scusante sulla mezza balla dico che un'unghia si è rotta ieri e una stamattina. Perdonami. Lo stato depressivo in cui mi ha gettata questa tragedia mi ha fatta essere poco precisa!
      <3

      I numeri li custodisco gelosamente.

      Elimina
    2. Bella. Amica. Di. Merda.;)

      Ma ti amo lo stesso, perché sono troppo buona!

      Comunque sappi che ho dei blackout col cellulare.. Giorni fa non mi sono arrivati messaggi per 12 ore! Già pensavo di non avere più amici quando, d'un tratto, sono arrivati tutti assieme! Quindi se non mi dovessi risponderti, sappi che non è per i canadesi.

      Anche se...

      Elimina
    3. Ora ti scrivo.
      E se non mi risponderai non crederò nemmeno un minuto al blackout. Tié!

      Elimina
  7. "La delusione di non essere un talento in nulla ma bravina in tutto." Mi sa che è ufficiale, siamo simili, se ci fosse un ente che certifica queste cose dovrei chiamarlo. In questo siamo bravissime <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potremmo crearlo noi questo ente. E inventarci un nuovo lavoro. Ché mi sa ne abbiamo bisogno.
      Penso che saremmo davvero bravissime <3

      Elimina
  8. Mareva, Mareva dove sei stata tutta la mia vita? (semi cit. da "Sabrina")

    Una mia tipica risposta a molte domande differenti (funziona spesso, e fa smettere di parlare i cretini) è che io vorrei sapere tutto di tutto. Io vorrei essere esperta di ogni cosa, dalle stelle, alla musica, alla matematica, alla letteratura, ai motori, alla fisica, alla teoria delle stringhe. Vorrei vedere più film di quelli che vedo, leggere ancora di più, scrivere ancora di più, conoscere la storia dell'europa, le guerre, le date.

    TUTTO.

    E' difficile gestirsi.

    E infatti leggiamo Il libro dell'inquietudine.
    Mica Amore 14.

    Secondo me siamo interessantissime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certe citazioni colte <3

      Vorrei anche io sapere tutto. Di tutto. Poi penso che mi accontenterei anche di essere "solamente" un TALENTO in qualcosa. Ma un talento vero: dipingere benissimo, o scrivere benissimo o essere brava in uno sport, con uno strumento però nada.
      Almeno siamo belle!

      E senza dubbio interessantissime.

      Amore 14, quando avevo ancora il mio lavoro in biblioteca, mi schifavo perfino a toccarlo!

      Elimina
  9. Enniente. Alla parte dello złoty mi hai fatto ricordare perchè mi diverto cosi tante da queste parti.

    Comunque la Polacchia (per ragioni oscure ed imperscrutabili, attira anche me)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo złoty è la moneta del futuro. Con quello e lo stipendio in Euro ci divertiremmo un bel po' di più.

      Quando ho detto a Lui: "Andiamo a Cracovia, offro io" la sua risposta è stata: "Mi attira la Polonia. Uomini brutti e donne fighe". I motivi ci sono e son tutti ugualmente validi.

      Elimina
  10. Ah, le parentesi hanno funzione puramente decorativa e sono a scopo illustrativo. Come i peli pubici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu renderesti arte qualsiasi cosa.

      Elimina
    2. quanto mi mancava il banale!
      bentornato, ometto!

      Elimina
    3. Il nostro Banalino è tornata a casa!

      Elimina
    4. eggià, che son sempre i migliori che se ne vanno.
      i banali invece tornano.

      (scusa andrè, ma come resistere?)

      Elimina
    5. Aggrazzie.

      Però chiariamo una cosa: Quando mi "lecca" Mareva mi aggrada, quando lo fa il k. mi schifa.

      Che gli si vuol bene eh, però sia chiaro.

      Elimina
    6. Bisogna essere aperti a tutto, nella vita.

      Elimina
    7. ma infatti, banà. lei ti lecca. io ti sfotto. anvedi che coppia. :-)

      Elimina
    8. Il pigiamino di saliva mi aggrada parecchio.

      Elimina
  11. Mandami una cartolina, salutami Cracovia.

    RispondiElimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.