22 febbraio 2013

Cosa ne sapete voi

Cosa ne sapete voi di cosa significa correre per i viali a riprendersi le giornate cavalcando le insegne sbiadite.
Cosa ne sapete voi di cosa si prova a far passare il tempo e non riuscire a rincorrerlo perché rallenta stagliandosi in gola.
Cosa riuscite a immaginare se vedete scucita la stanchezza in nervi sciolti al cielo.
Cosa ne riuscite a ricavare dopo aver spolverato il sapore di una cartolina.
Cosa. Cosa. Cosa.
Come potreste sostenere conversazioni di poco spessore se non si sanno omettere nuove parole per non tollerare le prese in giro.
Cosa proponete di intuire nel volere a tutti i costi padroneggiare la vita Scandirla Ordinarla Riempirla quando in un minuto la si può creare.
O semplicemente rimuovere.
Ché la rabbia che mi avvolge stasera io non la conoscevo e non avrei mai pensato di provarla.
Ché la rabbia che mi appiccica stasera io non pensavo potesse esistere.
Ché la rabbia che mi riempie stasera è qualcosa di inaspettato e di nuovo e sa di ruggine.
E odio. Per la prima volta odio. E capisco cosa muova gli uomini quando non sono rallentati dall'amore. Capisco cosa decida e plasmi i destini. Il motore immobile di tutto. E chissà perché ho aspettato che tutto si trasformasse in cenere per provarlo. Chissà perché ho aspettato che tutto diventasse aria per permettermelo.
E ora che dorme sulla collina tutto è finito. Finito davvero. Come se mai nulla fosse successo. Come se non avessi mai avuto undici anni.
E sono sollevata ma odio.
E amo quest'odio.
La maggior parte delle persone rovina tutto. E non inventa nulla di buono.
Io ho ricostruito.
Stasera aggiungo l'ultimo mattone, l'odio. Era l'unico che mancava.


Fiat voluntas tua.

Niente ti dà l'immortalità. Nemmeno il dolore che infliggi agli altri.
Amen.

Lui che amo ha scritto questo e non poteva dirlo meglio, non poteva dirmi meglio.

Il mondo come lo conosci è bruta arroganza.
La società vuole che dal disordine nasca disordine mentre dalla diciplina nascano manganelli feroci.
Il mondo come lo conosci, non lo conosci.
Tutto finisce in un Montenegro in un bicchiere di plastica. Lercio. Usato. Unto. Marcio della corruzione tra le labbra di un povero Cristo inerme.
Odio dal profondo ticchettio delle emozioni, il pendolo della vita vorrei ampliasse i centri e gli orizzonti dell'essere fino ad uno zenit inesistente; ma non so perché parlo, credo perché uno stupido me lo abbia permesso.
E allora urlo il tuo nome nell'atrio dei miei palati, rimbomba l'eco sorda fino alle orecchie ma il suono non eccede fuori.
Sai che ogni minuto muore un bambino?
Sì, e non ce ne frega un cazzo.


E Lui e Loro l'hanno trasformato in una canzone.



Elephant Gravestone - The world as you know it


Stay True

Share:

32 commenti:

  1. Ora non è cenere, ma cibo per vermi. C'è una notevole nobiltà nella polvere grigia che sarà mai compatibile con lui.
    Verme era, merda di verme diverrà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E spero di pisciarci sopra, insieme, un giorno, casualmente.

      Elimina
  2. Notevoli, veramente notevoli ...mhh, che vibra!

    RispondiElimina
  3. Scusa Mareva, sono nuova nel tuo blog, e sinceramente non capisco cosa sia potuto succedere undici anni fa??Se è qualcosa di personale non fa niente, è solo che non riesco a non cercare di capire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più di undici anni fa. Quando ne avevo undici. Però sì, è (molto) personale :)

      Elimina
    2. spero non sia cosa penso, ma forse non c'è più posto per l'idealismo, tanto non ho mai sperato nel genere umano.
      L'odio è la vera passione primordiale(Eco)

      Elimina
    3. Ma sì, in fondo mangiamo tutti merda, ogni giorno. L'importante è accorgersene e non perdere la propria umanità <3

      Elimina
  4. se quello che leggo tra le righe è quello che è, sei ancora più bella di come sei, tu.

    e odiare è bello e buono e giusto, nella vita. che il ghandismo rompe il cazzo dopo un po', se non sei ghandi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche perché quando hai a disposizione un maglione caldissimo e un po' più di una ciotola di riso da mangiare ti stufi anche di essere Ghandi!

      E sì. Sai. Capisci. Vedi. Sì.

      Elimina
  5. Sei bella, bellissima.
    Sei tra le più belle che abbia mai letto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi farmi piangere, almeno, avvisami prima!

      Elimina
  6. Io sono molto affascinata e adorante, in questo momento.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu ringrazi me?
      Sono adorante anche io, allora, un po'.
      Grazie.

      Elimina
  7. Musica dalla prima all'ultima riga. Compresa la (bellissima) canzone, ovviamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E dirti grazie è riduttivo <3

      Elimina
  8. uè, desaparecida!!!!
    puoi mica lasciarci giorni e giorni senza la dose di te quotidiana! sallo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero a dare dosi di me a qualcuno più fortunato a Cracovia! Ho una buona scusa!

      Elimina
    2. non è una buona scusa!
      è un gran dolore! per molti di noi. :-P

      Elimina
    3. Dai che sopravvivi! Fra un paio di giorni torno, giuro!

      Elimina
    4. conto le ore. io.
      una.

      Elimina
  9. Molto, molto bella!! E soprattutto: che bellissimissimissimo tatuaggio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Io lo amo il mio tatuaggio <3

      Elimina
  10. Che io son venuta qua, per curiosità, per i commenti belli dal K., e ho letto un po' di post, e ho pensato: ok ora vado di la a casa mia e chiudo tutto e dico: scusate scherzavo. Che non sarò mai capace di dire le cose neanche da lontano come le dici tu, che avrai la metà degli anni che ho io. e niente...addio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti consola, se 64 è la nascita, ecco ne ho un po' meno della metà di anni.
      Però grazie e però non chiudere che le luci nelle case degli altri sono belle e importanti.

      Elimina
    2. Sei pure più piccola di quello che pensavo!!! Mondo crudele! Va be...lascio le cose come stanno li da me, che se me lo dici così mi commuovo, si sa che noi vecchietti abbiamo la lacrima facile. E la vescica debole...

      Elimina
    3. Rileggendomi mi son resa conto di essere stata incomprensibile sull'età. Facciamo che ti dico che ne ho 30 fatti un mese fa, così vedi che non sei poi tanto vecchia e che la vescica debole è ancora lontana!

      Elimina
    4. No diciamo che sono solo una ventina gli anni che ci dividono. E milioni i neuroni. Per la vescica lassa fa ...meno male che faccio tanta ginnastica...

      Elimina
  11. ti darei un bacio in bocca con la lingua in questo momento.
    (il tatuaggio, se è il tuo, è da 11...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh dove sei? Va che il limone da parte tua lo voglio davvero!

      (Sì, è il mio, grazie <3 )

      Elimina
    2. ci si becca sulla metro sorella!

      Elimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.