13 marzo 2013

Fa' la cosa giusta

Non so. Stavo pensando che esiste un egocentrismo insopportabile, quello che appartiene ad un adulto e dovrebbe caratterizzare un bambino, invece. Un piagnisteo costante di "guardarmi, parlami, dammi, fai, capisci, vieni". Un lamento querulo, un sottofondo che sega i nervi.
E poi dicono che è solo questione di insicurezza. Macché. È narcisismo, egoismo smodato, ricatto, incapacità di guardare all'altro come un essere umano - solo fonte di energia da prosciugare.
Non so. Pensavo a questo, dicevo. E pensavo che certe persone le cose belle che accadono, proprio, non se le meritano.
E così mi sono chiesta quali sono le mie, di cose belle. Quelle di ogni giorno, dico.
E probabilmente cambiano (quasi) tutte (quasi) ogni giorno.
Però ce ne sono tante. E sono davvero belle.

  • Quando compro l'ultimo numero di Ratman e mi butto sul letto, ne studio la copertina ed inizio già a ridere ancora prima di aprirlo perché so che sarà idiota quanto basta per chiudere degnamente la mia giornata e so che ci sarà sicuramente qualche battuta così politicamente ed ingenuamente scorretta da farmi venire le lacrime agli occhi.
  • Quando mi tatuo. Questa è una cosa davvero bella. Quando vedo per l'ultima volta una parte di me, ché così non la rivedrò mai più e il punto sta proprio qui, non nell'estetica ma nella potenza del cambiamento, nel sapere che tutto è in divenire e hai per un attimo, solo per un frammento, l'illusione che tutto possa essere così facile. Come colorare la tua pelle.
  • Quando la mattina, alle sei precise, il cane decide che è giunto il momento di infilarsi tra di noi nel letto. E salta, alza le coperte e mette la testa sul cuscino addormentandosi. E dentro di te fai passare tutti i santi, facendo attenzione a non dimenticarne nemmeno uno - ché gli stronzi si nascondono bene - ma poi sei segretamente felice di sentire le sue zampe su di te e il suo respiro addosso.
  • Lui. Ché è come quella canzone di cui non ricordi né il titolo né l'autore ma che non riesci a non cantare.
  • La pizza. Perché la pizza è una cosa bellissima e io voglio bene alla pizza. Soprattutto quando ci metto il peperoncino. Soprattutto quando ci metto le mele e la cannella. Soprattutto quando la mangio. A me la pizza fa felice.
  • Camminare con la musica nelle orecchie in una giornata di sole. Senza parlare con nessuno ma incrociando tutti.
  • Vedere certe persone. Stringere certe persone.
  • Quando Keith, un nano canadese di tre anni, mi ha abbracciata e detto: "I love you".
  • Stephen King e De André anche se non c'entrano nulla insieme ma riescono a farmi dimenticare il mondo.
  • Quando faccio la doccia la mattina presto e tutto è ancora silenzio ed io faccio piano per non svegliarlo, il silenzio, perché si sta bene da soli.
  • Qualsiasi telefonata col mio migliore amico che mi obbliga a mollare qualsiasi attività e tenermi la pancia per il troppo ridere. Sempre, immancabilmente.
  • Mio fratello e i miei genitori. Soprattutto se non li vedo ogni giorno!
La cosa più bella di oggi, però, è stata sicuramente il sentirmi dire da un mio studente: ho capito il dativo di possesso.
Io ho, distintamente, sentito le campane suonare. E hanno un bel suono.

Le cose belle sono anche i biglietti idioti che Lui mi fa per le ricorrenze.
Festa della Donna 2013.
E qui come si fa a non avere un mare d'amore?



E le vostre cose belle, le vostre, quali sono?



Share:

43 commenti:

  1. Bellissimo post, finalmente una ventata d'allegria... Le mie cose belle sono:
    Mio nipote di un anno che non sa ancora baciare e quindi ti morde la faccia, come se ti volesse mangiare da quanto ti vuole bene

    I libri che ho letto e che ogni tanto riapro e allora tutto sembra più facile

    I miei capelli di colore viola che a me mettono allegria

    La musica, tanta musica alla mattina, al pomeriggio quando sono per strada

    Gli aerei che volono in cielo e che vedo quasi tutti i giorni.

    La mia facoltà dove imparo a fare cose che amo, con occhio i riguardo per pedagogia

    I lunedì sera che sono sola a casa e allora mi coccolo, mi concedo un lungo bagno, un ottima cena e un telefilm

    S che è la migliore sorella maggiore che si possa avere. Che lei mi ha scelta e non dei stupidi geni.

    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, momento, io i tuoi capelli VOGLIO vederli ora!

      Comunque anche a me gli aerei fanno questo effetto. Danno pace e possibilità.

      Elimina
  2. la pizza come si fa a non amarla?
    e oddio, ma è davvero quello il biglietto che ti ha fatto? ahahahahah supera quasi il mio ragazzo ahahahahh
    comunque le cose belle sono.. quando finisco di lavorare e devo solo tornare a casa a fare niente
    ahhhh quella si che è una bella cosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella è davvero una cosa molto bella, effettivamente!

      Pensa che fino a cinque/sei anni fa a me la pizza non è che facesse impazzire. Ora mi ci farei anche un vestito!

      Elimina
  3. Le mie cose belle. Vediamo.
    -I film e i libri che mi fanno pensare che non arriverò mai a creare qualcosa di bello uguale. Sembrerebbe una sensazione negativa, invece no. Io rimango letteralmente investita dalla bellezza di libri e film, e mi sento migliore, e più intelligente, e tutto è a portata di mano.
    -Quando io e l'Architetto mettiamo piede in una nuova città.
    -Quando passo i pomeriggi a cucinare dolci con la Genitrice.

    (Pizza fact: sono una modestissima mangiatrice di pizza. E' un piatto per cui non faccio follie, nonostante i natali.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho quella sensazione con certi libri e certo film. Quando il bello travolge. Forse nn c'è davvero nulla di più bello.

      (E... orrore! La pizza! E ora, noi due che dovevamo sposarci, come facciamo?!)

      Elimina
    2. (Il nostro viaggio di nozze sarà un tour delle migliori pizzerie di Napoli. Estremo atto d'amore, mia cara.)

      Elimina
    3. (Nemmeno Lui farebbe una cosa del genere. Prepara il letto che arrivo).

      Elimina
  4. Le mie cose belle? Oggi? Queste................
    Bastano? =(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi ce ne saranno di più, dai fiducia.

      Elimina
  5. Guarda, oggi pensavo a una cosa bellissima, poi magari faccio una lista più lunga.
    Ma una delle cose che più mi fanno sentire bene, in assoluto, a parte le persone che amo ovviamente e i miei cani, è il rumore, lo scricchiolio della neve sotto alle scarpe.
    Meraviglioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai? A me, quello, sa di solitudine, non so perché.
      Riguardo i rumori adoro i passi sulle superfici di legno.

      (Comunque anche se Frida è Satana non si può non amarli 'sti beoti di cani)

      Elimina
    2. Mi piace anche il rumore delle scarpe di Sarah (Jennifer Connelly) quando entra nel labirinto. <3

      Come mai solitudine? In questi giorni sto sperimentando che il mondo è più silenzioso quando nevica. Sarà un po' anche il potere isolante della neve, però mi piace.

      Elimina
    3. Non so bene perché. Forse lo associo al fatto che qui tutti odiano la neve e quindi tutti odiano tutti e quindi si è tutti soli ma nell'accezione peggiore.

      Elimina
  6. "Voglio stringerti qui sul letto...
    C'è ancora il tuo odore..."

    Poche, ma che ti trafiggono.
    L'amore ti divora bellamia (: ed è meraviglioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, quando lui è qui e va via, aspetto ancora un giorno a cambiare le lenzuola così posso stare (ancora) nel suo odore.
      La follia, sì.

      Io non vedo l'ora ti abbracciarti. Questa è un'altra cosa bella!

      Elimina
  7. Le tue cose belle mi hanno fatto tanta tenerezza, mi hanno messo allegria... no, non allegria, ma un senso di felicità e benessere totale. Le tue cose belle mi fanno apprezzare le mie cose belle - non tanto diverse dalle tue. Mi fanno apprezzare i piccoli gesti quotidiani tanto scontati quanto importanti. Belle belle!
    p.s. anche il mio cane lo fa, verso le tre/quattro di notte. Però è bello lo stesso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ché alla fine, anche se ci giriamo sempre intorno, sono le cagate che fanno la differenza.
      <3

      Elimina
  8. un tuo studente?
    ma che sei una prof?
    non lo sapevo *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prof è un titolo un po' troppo grosso!
      Diciamo che aiuto i ragazzini viziati e che non hanno voglia di fare nulla a venire promossi.

      Elimina
  9. Sono capitata qui per caso ma ho amato questo post... eppure non saprei dire quali sono le mie cose belle.
    Ci devo sicuramente riflettere sopra... il che mi fa anche un po' pensare! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che spesso non ci accorgiamo delle cose belle. Ché sono silenziose. Ma ci passano sotto il naso ogni giorno.

      Elimina
  10. Visto che ho preso i biglietti, io le mie te le dico dal vivo.
    Una di queste è il biglietto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non arrivi già sbronzo, conoscendoti.

      Bravo per i biglietti. Qui ti si aspetta con grande gioia.

      Elimina
  11. impossibile non affogare in questo mare

    RispondiElimina
  12. qualunque cosa in grado di mettere vicine le parole "futuro" e "amore" è per me una cosa molto bella.
    ma per chi non lo sarebbe?
    ma l'ho già detto:
    il resto non è altro che arredo di istanti e ricalcolo percorso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non le vedo molto bene insieme. Io vedo molto bene "presente" e "Amore" ché se ci curiamo di quello il futuro arriva e nemmeno ce ne accorgiamo.

      Elimina
  13. Il biglietto me fa morì :D Anche per me una delle cose belle è la pizza. E un'altra è andare in stazione e guardare la gente e i treni luridi che arrivano o van via, e ridere della voce degli annunci. E poi mi piace il sole. E il mio ragazzo che non si fa mai la barba e mi scartavetra la faccia ogni giorno. E poi ce ne sono altre ma non voglio ammorbarti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le irritazioni da barba: queste grandissime e fedeli compagne! Ne sono qualcosa!
      E poi sì, i treni sono davvero belli.

      Il biglietto sarebbe da trasformare in poster!

      Elimina
  14. Anche per me la pizza è una cosa bella.
    Ma lo è anche svegliarmi la mattina schiacciata al bordo del letto e tutta storta, perché il mio gatto si è fregato tutto il posto e ronfa beato.
    E lo è anche quando poi si accorge che mi sono svegliata e mi fa miao, con quella sua vocina.
    E anche quando inzuppo i grissini nel cioccolato e mi sento subito meglio, è una cosa bella.
    Quando esce il nuovo episodio di the walking dead, è un'altra cosa bella.
    Quando trovo le nocciole intere nel gelato, è una cosa bellissima.
    Quando trovo il tempo di passare di qui, è una cosa molto bella.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa bella di oggi è stato il tuo finale, ché sono facile alla commozione io.

      I gatti sono pazzeschi. Quella che avevo io, tante vite fa, mi svegliava infilandomi il suo naso nel mio e cercando di beccare il momento esatto in cui facevo l'errore di socchiudere gli occhi per fregarmi e obbligarmi a prestarle attenzione.

      Elimina
  15. Le mie cose belle? Mmmmh..
    La pila di libri da leggere che ho sul comodino.
    Le puntate di The vampire diaries.
    L'ansia che mi prende mentre aspetto Lui.
    Il sabato sera, quando dormiamo insieme.
    Voltarmi e vedere che la mia amica di sempre, è sempre con me.

    Ma ce ne sarebbero troppe.
    Ps: ho fatto il post che ti dicevo xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto è confortante avere una pila di libri? A me piace molto. Mi fa sentire che non sarò mai sola.

      PS Corro a leggere!

      Elimina
  16. Ovviamente, quando passo di qua a leggerti o ci sentiamo su fb, oppure il cellulare squilla e vedo il tuo nome sul display.

    Lo so, mi faccio schifo da sola, a volte, pensando a quanto sono paracula.

    Ora dimmi qual è il tuo Stephen King preferito! Io Christine tutta la vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne ho due: IT e Cose preziose.
      E io ti voglio così bene proprio perché sei paracula <3

      Elimina
  17. Dopo la prima parte pensavo ad una burrasca in avvicinamento, invece te la sei cavata da ben paziente ed emancipata cittadina del mondo.
    Fra i tuoi tesori mi piacciono molto Ratman (ma non lo leggo), King e il cane. Mettiamoci anche la famiglia, va'!
    L'egocentrismo che descrivi, che io ritengo in gran parte potere malefico ma anche insicurezza, sì, è una delle cose che ha ridotto i miei di tesori, quelli vissuti con il prossimo intendo. Ricatto è una parola giusta, che non avevo mai sentito sull'argomento, fila a pennello perché è del tipo "o sto al centro dell'attenzione e voi vi annullate tutti o non siete buoni".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio di "ricatto" si tratta secondo me. Dove tu ti permetti di fare emergere anche la tua di personalità e allora diventi uno stronzo, rancoroso e per nulla generoso. Eh no, non ci sto. Il bello e il cattivo tempo lo facciano nella loro scatola cranica e non con me.

      Elimina
    2. Esatto, molti adesso non si avvalgono più della mia disponibilità. Non sarò una necessità, ma sono un buon ascoltatore, hanno perso tanto.
      Adesso quel tempo bello e cattivo se lo fanno da soli proprio come dici, nella loro scatoletta di sardine, perché chi limita le vedute al proprio ego quella ha!

      Elimina
  18. La pizza è sempre una cosa bella. Come la nutella. E il gelato.
    I libri sono sempre belli, compresi quello che ti hanno fatto schifo. Bello è andare in libreria, starci due ore anche se non puoi comprare nulla. Ma l'importante è esserci. Odorare quelle pagine. Sfogliarle.
    Bello è sapere che viene riconfermata una nuova serie di Supernatural.
    Bello quando tua figlioccia ti sorride.
    Bello quando una serata è cosi bella che ti fa dimenticare di guardare l'ora...

    ps: sfogliavo una pagina di facebook sui libri ed ho visto te. e mi dicevo: "ma io in qualche modo questa ragazza la conosco." e poi ho collegato.
    :)

    RispondiElimina
  19. Si se si tratta di libri sono invadente come gli ospiti indesiderati.

    Pizza, nutella, gelato e pop corn. Ché anche quelli sono davvero belli!

    RispondiElimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.

Il passato è una terra straniera

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.