6 novembre 2013

Non ho mai delle idee. Sempre e solo sentimenti

Le cose peggiori da dare sono i consigli. Meglio i baci, i silenzi, gli ordini e il culo.
A volte sono una poetessa, senza saperlo. Ma quando mai non ti ho amato, penso.
E l'odore di cannella sulle mie dita. Per forza, ora, sono molto felice.
Sono esigente? Parecchio. Nei rapporti, nei risultati, nel lavoro, con me stessa. Se devi darmi qualcosa devi darmelo bene, con coerenza e costanza. Non mi piace chi lavora e non è professionale. Non mi piacciono gli infantilismi, né in amore né in amicizia. Non sono una da alti e bassi. Da prendi e molla. Mai stata. E questo è il mio grosso problema. Taglio seccamente tutto e tutti quelli che non vedo all'altezza della mia serietà e anche quando, poi, torno lievemente sui miei passi mi rendo conto che si è perso qualcosa. Mi concedo a pochi ma in modo assoluto e pretendo la totalità. Spesso mi hanno detto che esalto chi amo, che lo pongo su di un piedistallo e che lo valorizzo. È verissimo. Quando amo o voglio bene davvero rendo poetici perfino i difetti più grossi. Ma fai un passo falso e i saluti sono dietro l'angolo. Leggerezze che altri superano con facilità a me deludono. Gli errori profondi li comprendo meglio. E volto le spalle con una facilità impressionante.
Non è una forma di superficialità. Al contrario è la più profonda forma di purezza e rispetto.
Perché Amore è A-mors. Senza morte.
Io sono già intera. Lui non mi completa, però lui parte dai piedi, sale lungo la schiena e mi esplode forte in testa. Quando penserò che questo non sia per sempre allora, forse, avrò smesso di fremere d'amore.
Posso fare a meno di tutto ciò che non mi seduce. Infatti.

Noi siamo fatti.
Noi siamo rarefatti.
Noi siamo rari fatti.
Ma arrendiamoci. Prima o dopo saremo, comunque, tutti fuori moda.

A volte spingo un bicchiere e osservo, con soddisfazione, che cade e si frantuma. Significa che ci sono ancora e, ancora, ne sfido le conseguenze.



Share:

17 commenti:

  1. Allora mi sento una figa ad essere tua amica.

    :*

    RispondiElimina
  2. non hai idee..? ma va là.

    a quanto vedo, ne hai (sempre) di ottime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio. Ma hai presente, no, l'essere esigenti verso se stessi? Ecco.

      Elimina
  3. Avevo fatto un commento vagamente sensato e non me l'ha inviato, uffa. Il succo era che sei una figa, e che questo volere il tutto probabilmente ti fa soffrire, ma è una convinzione che ti invidio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il commento è bello pure così, ché tu, qualsiasi cosa scrivi, la scrivi bene.
      Sì io sono un filino sempre in bilico, ma ha il suo perché.

      Elimina
  4. A me i tuoi sentimenti piacciono un immensità! Che poi con me sfondi una porta aperta. Io sono contraria a questa moda odierna della gente che risparmia sui rapporti! Nei rapporti, quelli che valgono, bisogna mettere tutti se stessi ma deve essere una cosa reciproca! Un bacio e un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo. Non si ama o si è amici tanto per far qualcosa. Lo si fa perché si è spinti da qualcosa. E quindi lo si deve fare bene.

      Elimina
  5. Sei sempre la mia perla di saggezza, sei pura Mareva :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono parole troppo belle, ma grazie <3

      Elimina
  6. bel post (; Reb, xoxo.

    * Fammi sapere cosa ne pensi del mio nuovo look ;)
    http://www.toprebel.com/2013/11/sempre-e-solo-nelle-mani-di-ar-stilisti.html

    RispondiElimina
  7. Sono esigente? Parecchio. Nei rapporti, nei risultati, nel lavoro, con me stessa. Se devi darmi qualcosa devi darmelo bene, con coerenza e costanza. Non mi piace chi lavora e non è professionale. Non mi piacciono gli infantilismi, né in amore né in amicizia. Non sono una da alti e bassi. Da prendi e molla. Mai stata. E questo è il mio grosso problema. Taglio seccamente tutto e tutti quelli che non vedo all'altezza della mia serietà e anche quando, poi, torno lievemente sui miei passi mi rendo conto che si è perso qualcosa. Mi concedo a pochi ma in modo assoluto e pretendo la totalità. Spesso mi hanno detto che esalto chi amo, che lo pongo su di un piedistallo e che lo valorizzo. È verissimo. Quando amo o voglio bene davvero rendo poetici perfino i difetti più grossi. Ma fai un passo falso e i saluti sono dietro l'angolo. Leggerezze che altri superano con facilità a me deludono. Gli errori profondi li comprendo meglio. E volto le spalle con una facilità impressionante.


    La penso esattamente come te. Ti capisco perfettamente.

    RispondiElimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.