28 gennaio 2014

Disinformatemi che oggi ho sonno, grazie.

Sono stata troppo seria ultimamente. Che sono tutti quei post-pseudo lagnosi che ho scritto? No, ma ditemelo che fracasso le palle così, ditemelo.
Perché a me quello che piace della giovinezza - mentale, che anagrafica è tutta un'altra storia - è il panorama di vita che ti si staglia ancora davanti. Ché poi io sia quella che pensa che il futuro non sia altro che un susseguirsi di finiti eventi che si ripetono all'infinito in parallelo col passato e che quindi non sia altro che una trappola, è un'altra cosa. Ma mi piace il senso di potere: poter muovere le pedine, poter scrivere la mia storia. Mi piace la pelle fresca. L'elasticità della testa. Mi piace la leggerezza. Mi piace pensare di essere saggia per poi accorgermi di poter essere solo accorta.
E ogni tanto mi piace anche pensare: disinformatemi che oggi ho sonno, grazie.

Per cui, a fronte di tutto questo, oggi scriverò solo di cazzate/aggiornamenti inutili. Per permettervi di farvi un po' i fatti miei e per assicurarvi che non sono depressa, non picchio la testa contro il muro dondolandomi in un angolo ma che anzi, sono addirittura QUASI felice.

1. Vi ricordate il mio piagnisteo di inizio anno sulla forma fisica/sul muovere il culo/sul fare qualcosa per sentirmi meglio e più in pace con me stessa? Vi ricordate che volevo comprare la cyclette? Ecco, il giorno dopo l'ho fatto e ho cominciato a pedalare. Da quel dì faccio quaranta minuti di esercizio ogni giorno - consultando il mio super calendario noto che ho saltato solo tre giorni dal 7 di gennaio perché non ero a casa. E sono super carica. Mi piace moltissimo - escludendo i primi dieci minuti nei quali desidero che un asteroide mi si schianti addosso. Mi dà buon umore e in più la bilancia dice che sono dimagrita. Rimango pur sempre 'na mozzarellona però di buon umore.

2. A gennaio ho festeggiato un anno di innamoramento insano verso Deva, il cane di Lui.

Qui siamo ritratte nel nostro passatempo preferito
Non pensavo si potesse diventare così rincoglioniti a causa di un animale. Io, poi, che son sempre andata dicendo quanto i gatti siano meravigliosi e superiori, mi ritrovo ora a fare amoreggiamenti vergognosi e imbarazzanti con un Amstaff (volgarmente un Pitbull per chi non lo sapesse) di trenta chili che mi dà i mini morsi alle orecchie, che vuole sempre dormire tra me e Lui, che mi mangia scarpe e ciabatte (e custodia del kindle), che si butta nel fango e poi mi si butta addosso e che mi manca in una maniera che non avrei mai immaginato.

3. Ho passato dei bei giorni con Lui. La distanza che ci fa vedere poco ci porta, però, anche a organizzare sempre un sacco di cose quando siamo insieme e quindi tutto è meraviglioso e scemo e buffo. Da più di tre anni.


Siamo andati al cinema e abbiamo bocciato The Counselor (Cormac MacCarthy non doveva  farmi 'sto scherzo), abbiamo mangiato nel nostro ristorante preferito, e poi in un altro e poi in un altro ancora dove ho preso 'na pizza strepitosa col pesto. E io AMO il pesto. E poi l'ho aiutato a studiare, e siamo andati al mare coi cani, e abbiamo fatto la pasta per la pizza e anche le piadine. Ma abbiamo anche fatto la cyclette. Perché siamo giudiziosi. Ma entrambi abbiamo messo su un mezzo chilo. Ché quando siamo insieme ingrassiamo sempre. L'amore dicono. No, la porchetta.

4. In questo mese ho pure messo gli occhiali.


Sono rossi. E belli. Anche se io, sostanzialmente, ci vedo. 10/10 dalla distanza. 10/10 meno uno sputazzo da vicino. Ma siccome leggo tanto, sto tanto al computer, sono incollata al cellulare, insomma siccome ho una vita sociale fittissima, ho pensato che delle lenti riposanti potessero darmi una mano. E in effetti il loro sporco lavoro lo fanno. Non pensavo si potesse vedere meglio di come vedevo. Eppure le diavolerie tecnologiche possono anche quello.

5. Da giovedì sarò a tutti gli effetti una collaboratrice di Finzioni, una rivista online, un progetto di lettura creativa. Avrò la mia rubrichetta personale e la cosa mi rende molto felice. Insomma, uno ci prova a fare le cose che gli piacciono.

6. Sabato sono stata a Milano. Ho rivisto la nostra Susanna.


Ci siamo divertite perché:
  • abbiamo mangiato sushi fino a vomitare, ma il fascino dell'all you can eat, soprattutto quando si tratta di sushi di più che discreta qualità, è talmente pressante che resistere è impossibile. Siamo uscite dal ristorante quasi incapaci di parlare, col il riso che ci sbucava dal naso, ma la colpa era, ovviamente, di quei due maki fritti e non degli altri venti ingurgitati. Si sa che il fritto è una brutta bestia.
  • siamo state da Tiger e abbiamo guardato tutto, sospirato per tutto ma, alla fine, comprato due cazzate - nemmeno per noi - e dell'acqua.
  • ci siamo sedute sulle scale del Duomo a goderci il sole, la gente che non capisce che i leggings non sono pantaloni e che gli UGG rosa pallido era meglio lasciarli in negozio. O forse, proprio nemmeno produrli ché per farli ci uccidono bestioline inermi. Fossero almeno belli.
  • ci siamo fatte foto da coglionazze.
  • ci siamo toccate le gambe. Le sue sono sode, le mie sono molli.
  • abbiamo deciso che sono meglio i cani e i gatti dei figli.
  • abbiamo parlato di cibo. Oltre ad averlo mangiato.
Domani ritornerò a Milano a trovare il mio mezzo cuore che non vedo praticamente da un anno. E sarò felice.
Share:

42 commenti:

  1. Insomma, Milano è il crocevia dell'amore :D
    Ma che tenerezza tu che aiuti Fra a studiare? E io che aiuto Mirko col blog? Sti uomini… ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Praticamente Milano è l'ombelico del (nostro) mondo!
      Comunque 'sti uomini quando si tratta di organizzare/organizzarsi/gestire/gestirsi sono buffi. Meno male che ci siamo noi :D

      Elimina
  2. Mareva la cyclette è il male... una volta che provi il tapis roulant non torni più indietro! Non fosse solo per quel piccolo dettaglio anche conosciuto come costo esorbitante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tapis roulant mi ucciderebbe, io odio correre… e poi è vero, costano tantissimo, oltre ad occupare un sacco di spazio! quando lo usavo io mi trovavo bene con lo stepper!

      Elimina
    2. Noooooooo, perché il male? Esplica. Non nascondermi cose di vitale importanza.
      Comunque, a me correre è sempre piaciuto e in passato correvo proprio tanto, ma tanto. Ora faccio fatica, soprattutto per dei problemi di cartilagine alle ginocchia. La cyclette è un modo economico per muovere il mio flaccido culo. Un tempo mi sfondavo anche di nuoto ma ora son povera e non riesco a pagarmi l'abbonamento in piscina.

      Elimina
    3. Ma quale cyclette, ma quale tapis! L'attrezzo migliore,esclusi i propri piedini qualora ci si voglia muovere fuori casa, è l'ellittica! Braccia e gambe, gambe e braccia....ohhh quanto mi manca =°

      Elimina
  3. invidio la tua capacità di mangiare e di saper apprezzare il buon cibo...A dispetto dalle apparenze, io mangio pochissimo.
    Che amore quel cagnone.
    E che belli gli occhiali rossi!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, al di là delle scemenze che dico, io amo mangiare. Per fortuna ho un rapporto piuttosto sano col cibo. Mi trattengo per il solo fatto che, se potessi, mi mangerei anche l'armadio.

      Elimina
    2. Per la verità anche io amo i sapori, e mi piace tantissimo cucinare. Però mangio porzioni molto piccole, per dire, una vellutata di patate e broccoli e 4 polpette mi sono bastate per 2 giorni. Poi la bambina ha il suo menù a parte, per quanto anche lei tenda a mangiare poco cerco di renderlo più equilibrato possibile:)

      Elimina
  4. AHHHH CHE FIGA SU FINZIONI!!!!

    (che già leggevo ma ora DI PIÙ E MEGLIO)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dubitavo la conoscessi <3

      Che bello avere già una "fan"!

      Elimina
  5. Però ecco, meglio i cani dei figli no. Su questo dissento. Poi però ognuno fa come vuole, le scelte individuali sono sacre e vanno rispettate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No certo, specifico: non volevo urtare la sensibilità di nessuno, ci mancherebbe. Era giusto una battuta dettata dal fatto che nel ruolo di madre, per diversi motivi, non mi ci vedo. Però chissà, mai dire mai :)

      Elimina
  6. Complimenti per la collaborazione con Finzioni! ti capisco, anche io ho collaborato a parecchie riviste on line ed è sempre stata una grandissima emozione. Oddio, ho letto il post a pezzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah, va bene anche a pezzi e grazie per i commenti e i complimenti <3

      Elimina
  7. Oh, beh... un sacco di belle cose! Sono felice per te.
    Buon ritorno a Milano, divertiti!!! :)

    Moz-

    RispondiElimina
  8. L'amore di un cane è inspiegabile... Deva è bellissima!
    E congratulazioni per la tua rubrica! :)

    RispondiElimina
  9. ahahah è quello che penso sempre anche io: scrivo (male, malissimo, a culo di gallina) sempre diavolerie tristi e disperate, necessito di un post allegro!!!!!! ahahahah l'amore fa ingrassare anche me, ma se vado avanti così mi ci lascio sicuramente! io son stata felicissima ultimamente e adesso son caduta nel nero pesto della disillusione foll, dunque mangio in attesa che mi si chiuda lo stomaco dalla disperazione! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah, sì ogni tanto scrivere di cazzate fa bene. Io, poi, generalmente sono di umore super cazzaro per cui mi viene meglio quello che la depressione.

      Elimina
  10. Da quanti mesi che non metto piede a Milano,non che abiti a distanza,ma andarci sola soletta mi mette tristezza. Li c'é il mondo,forse ho paura di vederlo,ma allo stesso modo mi incuriosisce. Poi sushi,tanto amore e sbavo, ecco mi avete fatto venir voglia ç.ç mareva cara ti ammiro per la cyclette,anche io c'é l'ho a casa ma non la uso mai,anzi..però dai magari per scaricare la tensione serve. Che bello,fare tutte le volte cose diverse dev'essere stupendo *-*
    Aww tanto affetto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse dovrei prendere anche io i riposa vista,servono.

      Elimina
    2. Guarda i con questi occhiali non ho chissà che differenza di visione, ma mi si stancano effettivamente meno gli occhi.
      E vai a Milano! Io ogni tanto mi faccio le gite in solitaria. Si sta bene <3

      Elimina
  11. Quanto è bello il cagnolino :) che buono il sushi :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  12. Ma che CAZZ. Ho scritto tutto attaccato,sembra che ho dimenticato la grammatica :(

    RispondiElimina
  13. Devo andarci su Finzioni... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci trovi cose interessanti, se ti appassiona la letteratura :)

      Elimina
  14. Che bello Deva!!!
    Anch'io mi uccido con i sushi, più ne mangio più ne mangerei... E poi muoio, si, ma almeno son felice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sushi deve avere un qualcosa. Anche a me, ogni volta, scatta la dipendenza!

      Elimina
  15. Eh Milano Milano...

    bella bella Mareva. Mi piace leggerti serena e che fai bilanci positivi.
    E no, tu non le fracassi mai le palle :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma... grazie! Io sono sempre quella dei bilanci positivi. Faccio la emo di facciata.

      Elimina
  16. che allegria questo post :) mi da un sacco di carica positiva!! (e un pò ti invidio perchè anch'io dovrei muovere il culo e fare un pò di sport "-.-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi son resa conto che a volte ci vuole davvero poco a cambiare atteggiamento!

      Elimina
  17. Ora mi metto tra i preferiti Finzioni, che io mica lo conoscevo.
    (Il problema è che mi manca la connessione a casa e uso quella del cellulare ma è pur sempre limitata!)
    Mi sa che quest'anno non riesco a salire a Milano :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooooooo :( Capisco eh, insomma non è dietro l'angolo per te. Ma non demordo, prima o poi ti abbraccio.

      Elimina
  18. Ti stimo per la costanza degli esercizi. Io mi detesto, in quel caso.
    Gli occhiali ti stanno benissimo, e anch'io avevo pensato ad un paio di lenti riposanti. Leggo troppo e ho paura di diventare una talpa! Meglio prevenire che curare, disse quello!
    Le foto col il pelosone sono tenerissime!
    E che ingrassate, te e il tuo donzello, ci credo! Su Fb mi fate lograre come una candela!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di solito non sono un granché costante nelle cose che faccio ma forse il fatto di vedere risultati mi sta dando una gran mano.

      Elimina
  19. Direi che hai buonisssssimi motivi per essere felice, dal tuo fantastico rapporto con Lui al tuo fantastico rapporto col cane di Lui (tra l'altro anche io vado dicendo che i gatti sono superiori eccetera eccetera, ma guai a chi tocca la mia cagnola!!). E iper-complimenti per la tua rubrichetta che non mancherò di leggere! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D
      E i cani sono l'AMORE!

      Elimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.

Il passato è una terra straniera

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.