2 febbraio 2014

Questa volta

Questa volta il treno era in ritardo.
Questa volta non ti ho trovato sotto il tabellone enorme con gli orari.
Ma eri da Sephora. A comprare antidoti contro la vecchiaia che era dietro l'angolo per entrambi mercoledì. Che ha raggiunto te ieri. E che a brevissimo raggiungerà anche me.
Questa volta il treno era in ritardo, questa volta tu non c'eri sotto il tabellone, questa volta ti ho dovuto scrivere che ero arrivata ma anche questa volta, come l'altra volta, è stato amore a prima vista. Come da dieci anni a questa parte. Braccia che si cercano e occhi negli occhi.
Questa volta abbiamo mangiato in modo sano perché questa volta ci siamo resi conto entrambi che non potevamo continuare a fare finta di avere il metabolismo di dieci anni fa. Anche se questa volta io ti ho portato in regalo questo:


Ma abbiamo fatto finta di niente e ce ne siamo concessi una, come premio.
Questa volta, come l'altra, pioveva ma abbiamo ugualmente fatto una lunga passeggiata a piedi.
Questa volta, a differenza dell'altra, ti sei aperto e mi hai fatto piccole confidenze che mai avevo ascoltato. Ed è stato bello. Vedere che ancora ci siamo. E forse siamo meglio di ciò che eravamo.
Tu sei un pezzettino del mio cuore.
Tu sei un pezzettino della mia pelle.
Tu sei la mia parte più divertente e cinica.
Ti porto con me sempre, nel punto più centrale di ciò che sono.
Da quando anni fa ci siamo fatti questo.


E ci siamo fatti questa foto idiota.
Tu sei qui. Nella testa. E qui sulla pelle. E qui in quell'inchiostro. Ti vedo ogni volta che mi specchio. E penso che è bello, che l'amicizia è così simile all'amore a volte e si perdono i confini a volte. Tu c'eri nelle mie scelte sbagliate e nelle mie scelte giuste. Tu c'eri nei dubbi e nelle sicurezze granitiche. Tu c'eri quando io me ne andavo e sbagliavo tutto. Tu c'eri quando tornavo e mi ricomponevo. Tu c'eri alle feste a sorpresa, ai Capodanni più folli e divertenti che ricordi, alle numerosissime nostre gite a Milano prima che Milano diventasse casa mia per un po' e casa tua chissà per quanto. Tu c'eri in tantissimi scatti, in decine di video stupidissimi, nelle scatolette condivise di mais, nelle notti a ballare la musica peggiore del mondo, nelle sere in macchina con la musica altissima e le parole delle canzoni urlate con tutto il nostro fiato.

E tu ci sei adesso.
Adesso che non ci vediamo quasi mai, adesso che siamo lontani ma solo fisicamente. Ci sei adesso con tutte le nostre preoccupazioni dell'essere diventati adulti, dei soldi che non sono mai abbastanza, di SpongeBob che rimane ancora il nostro preferito. Ci sei adesso quando mi prendi per mano, quando parliamo fitto delle nostre relazioni, delle angosce, del futuro che quando eravamo piccoli sembrava sempre più bello. Ci sei adesso quando ancora ci facciamo le fotografie insieme ma mettiamo il cappuccio per mascherare che siamo diventati grandi.



Share:

45 commenti:

  1. Risposte
    1. Ci bei momentibe bei rapporti, per fortuna.

      Elimina
  2. Risposte
    1. È il caso. Ma pensa che possiamo viverci di rado, purtroppo.

      Elimina
  3. E' bello quando qualcuno c'è, sempre e comunque. Ma me la date una gommosa delle viola con i granellini fuori *-*?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutte quelle che vuoi che quibsi vuole diminuire il culo!
      E sì, è tanto bello.

      Elimina
  4. Invidia, vero. Ma dove li trovi, in che supermercato?

    RispondiElimina
  5. Ed io di parole da aggiungere ad un'amicia così non riesco ad aggiungere se non che, una lacrimuccia, tutta mia, m'è scappata...e per questo ti ringrazio.

    Me la date una gommosa tutta colorata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Addirittura? Grazie a te. La condivisione dei sentimenti è tanta cosa.

      E prendi a mani piene!

      Elimina
    2. Che fosse vero si capisce dal fatto che ho scritto "amicia" al posto di "amicizia". Io ne prendo a mani piene ma per davvero: se l'amico vive a Milano digli di non finirle che adesso che salgo passo a prendermele :D

      Elimina
    3. Vive a Milano. Lo avviso del tuo arrivo!

      Elimina
  6. Cioè, volevo dire, dove si comprano tali rapporti, al di là poi di chi ne è invischiato, meno importante.


    Comunque mi hai involontariamente illuminato su una cosa, una cazzata diciamo, ma mi ha fatto ridere, eheheh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso sia fortuna. Botta di culo, coincidenza, comunione d'intenti e perseveranza. E casualità.
      Non c'è un supermercato né una ricetta. Lui, infatti, è lontano e non ho molto altro.

      Illuminato sul fatto che sì, davvero, ho le tette piccole?

      Elimina
    2. Quasi tutti simil-sinonimi di fortuna, una disanima realista, concordo. Di perseveranza ancora non sono proprio a secco, chissà...

      No, l'illuminazione riguarda certi amori che si perdono nel vento del tempo e puoi incrociare per caso. Niente tette, però le tette piccole sono una dolce figata!

      Elimina
    3. Io credo molto agli inciampi casuali. Penso che le persone che più sento vicine in maggioranza le ho conosciute così.

      Elimina
  7. non so cosa si provi ad avere un amico maschio purtroppo. E' un post bellissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io fino a poco tempo fa non sapevo cosa volesse dire avere amiche femmine. Come è strana la vita.
      E grazie.

      Elimina
  8. Bellissimo Mar! :)
    Sei l'unica ginger con l'anima! XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahahahahaha!
      Siamo delle brave persone.

      Elimina
    2. Sì. Ho riso tanto!

      Elimina
    3. Ahaha, per la cazzata sulla gente coi capelli rossi? XD
      Vedo che le battute razziste-intolleranti hanno sempre il loro fascino *___*
      Un abbraccio ad entrambe!

      Moz-

      Elimina
    4. Le battute scorrette sono le uniche degne di esistere!

      Elimina
    5. Siamo in sintonia e ti concedo una battuta sulle femminucce occhialute :p

      Moz-

      Elimina
  9. Bel post :)

    www.aloverofgossip.blogspot.it

    RispondiElimina
  10. Ma che dolciiii ^_^ E anche voi :) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli veri, però, sono meglio!

      Elimina
  11. Come dicono i Beatles, all you need is love!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E una botta di culo ogni tanto!

      Elimina
  12. E ora finalmente so da dove spunta quel cuoricino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roba da Voyager eh!
      Ciao B, quanto tempo!

      Elimina
  13. Come emozioni tu, nessuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che lo dedico anche a te, quando ci vediamo. E saranno lacrime e polpette <3

      Elimina
  14. Sono contenta che esistano amicizie simili... Bellissimo post, sentito e vero. Complimenti Mareva! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'amicizia è un grand regalo.

      Grazie <3

      Elimina
  15. Che se a me scrivessero una cosa del genere penso che morirei di felicità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cri,uguale.

      che belle 'ste cosuccie, piango.. anche io! ç.ç

      Elimina
    2. Piangerei anche io come una merda se me le dedicassero. Qualche letterina nella mia vita l'ho ricevuta ed è stata l'ecatombe.

      Elimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.

Il passato è una terra straniera

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.