27 aprile 2014

Nymphomaniac Vol. 2 aka mi chiamo von Trier e ho un senso dell'umorismo di merda

Ho visto il Vol. 2 di Nymphomaniac sperando – non è vero – di cambiare il mio giudizio severo sulla trama della prima parte. Non è accaduto. Il Vol. 2 ha cancellato anche quel poco di ottimo che avevo trovato nel primo.

Dove eravamo rimasti? Ah sì, Joe (la Gainsbourg) si accorge di non sentire più nulla laggiù. Niente. Nada. Il deserto. Completamente insensibile. La sua vagina ha deciso di scioperare, di andare in pensione in anticipo o forse le terminazioni nervoso hanno gettato la spugna. E le capirei. Il marito (LaBeouf) non può nulla. Lui e il suo stupido pene non possono di certo fill her holes at once. No. Per cui perché non (re)agire provando nuovi ed emozionanti esperimenti? D'altra parte una che l'ha data via tutta la vita non può arrendersi così di fronte a una sciocchezuola del genere. Che ci frega dei sessuologi quando possiamo fare un threesome con due omoni neri extra-large che non sanno decidersi su come farsela contemporanemente? Ma no. Niente. Non è la soluzione. Sempre scena muta laggiù. E perché, sempre alla faccia dei sessuologi, non provare una relazione S&M con Jamie Bell? Sembra quasi la soluzione giusta ma, in realtà, anche qui il piacere non dura molto e il dolore fisico non è abbastanza. Facciamo che forse ci ritiriamo e mandiamo la vah-jay-jay in pensione?
Sì, no, non lo so ma intanto che ci ricasca perché non diventare anche una criminale per L. (Dafoe) e, perché no, una lesbica part-time per P. (Mia Goth)? Tanto, alla fine, lei pensa solo al suo maritino La Beouf. Ma, ma sfortunatamente von Trier non crede nel vero amore (o nel happy ending).
Non sto a raccontarvi come finisce che tanto fa cagare, né vi dirò che lei e Seligman (Skarsgard) quasi diventano pure best-friends-forever anche se poi in realtà lui è una merda duomo e lei solo una sessuomane depressa e pure un po' noiosa.

Non so. Io questa volta von Trier non lo promuovo.

Il film è un'immensa personale masturbazione che raggiunge l'apice del paradosso con la scena della – se vogliamo velata – assoluzione di un pedofilo. E questo, proprio, non mi è piaciuto. O magari sono io ad averlo letto così.
Ma von Trier non può essere altro che von Trier, completamente schiavo del suo crudelissimo senso dell'umorismo. E se alcune delle sue pellicole approfittano del rovesciamento finale per mettere alla prova l'interpretazione del pubblico su tutto ciò che ha visto (le sequenze finali de Le onde del destino sono una meravigliosa combinazione di fede e cinismo) be', in alcuni film sembra semplicemente che lui non sia altro che un coglione. Nymphomaniac Vol. 2 finisce con un'attorcigliata presa in giro che fa sembrare entrambi i film una terribile barzelletta sui bambini morti (i dead baby jokes) della durata di quattro ore. Insomma, un finale che è un'inevitabile tragedia recitata, però, da dei personaggi assolutamente fuori dagli schemi quasi a voler giustificarne l'esistenza, del finale, dico. Sembra quasi che von Trier si sia annoiato proprio all'ultimo momento e invece di chiudere il tutto tagliando e facendo partire dei bellissimi titoli di coda e lasciando un finale tutto sommato decente ha deciso che sarebbe stato solamente uno spreco del suo meraviglioso e cinico tempo. Per uno stupido capriccio è riuscito a cancellare le quattro ore precedenti e a trasformare un'opera che qualche punto di forza aveva in uno dei suoi più debolissimi tentativi alla ricerca continua di trovate assolutamente inutili.

E alla fine non rimangono che peni e pompini. Almeno qualcosa con cui consolarsi.


Share:

26 commenti:

  1. Mi sa che non investo due ore questa volta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personalmente, ad averlo saputo, non le avrei investite nemmeno io.

      Elimina
  2. Via via, io devo vederli entrambi! Ora son troppo curiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dacci un'occhiata, magari a te piace!

      Elimina
  3. Santo dio, l'hai demolito XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahaha! Non mi è proprio piaciuto, se non si era capito.

      Elimina
  4. Totalmente d'accordo. E a me la prima parte non era nemmeno dispiaciuta troppo, alla fine.
    Ne parlerò domani...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella prima, per lo meno, c'erano elementi decisamente meritevoli!
      Attendo, allora!

      Elimina
  5. Risposte
    1. No be', ma guardalo se ti attira. La mia è un'opinione naturalmente soggettiva!

      Elimina
  6. Il blog più fico che seguo... o che vorrei seguire, visto che non sono capace di iscrivermi!
    Ti ho nominata per un premio.... è solo un modo per dirti quanto adoro ciò che scrivi e come lo sai!

    Tu facci ciò che vuoi!

    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahaha, ma non esiste su wordpress uno spazio in cui inserire l'indirizzo dei blog che vuoi seguire? Un "aggiungi l'indirizzo" o robe così?
      Comunque grazie per le belle parole e il premio. Tra un secondo vado a vedere!

      Elimina
  7. Da quello che sto leggendo mi sa che non mi sto perdendo niente con sto film!
    Cioè, sbaglio o a questo punto tanto vale un pornazzo cecoslovacco dei primi anni '80 con sottotitoli in tedesco? o.o
    Comunque t'ho citata nel mio ultimo post :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che "tanto vale", direi "tanto meglio" un pornazzo cecoslovacco!
      Grazie per la cit., corro a vedere <3

      Elimina
    2. Figurati xD
      Allora bon, vado a scaricarne uno per le gelide notti di sto mese del cacchio con il meteo del cavolo ^_^

      Elimina
  8. insomma feci bene a fermarmi a Kingdom

    RispondiElimina
  9. 'nzomma, tuo parere decisamente negativo.
    Nel cine in provincia dove vado ogni tanto, quando T. me lo permette :) con discrete programmazioni (anche buone, il giovedì con l'essai, ma io ho lezione di tango) non lo passeranno, visto i contenuti sessuali, troppo espliciti per l'imperante Partito Democristiano.
    Probabilmente andrà senza che io me lo veda.
    Ne parli talmente male che vien voglia di verificare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che una visione la meriti. Perché è importante (anche) guadare qualcosa che non soddisfa. Si educa il gusto. E anche la pazienza. Inutile dire che la mia è un'opinione del tutto soggettiva e non un giudizio a tutto tondo sul film. Io l'ho letto come un voler scandalizzare per forza, non riuscendoci, ma anzi creando qualcosa di così ridicolo e noioso da lasciarmi solo sconcerto.

      Elimina
    2. > guadare qualcosa che non soddisfa. Si educa il gusto. E anche la pazienza. I
      Sono parole sagge che non si leggono spesso.
      :)

      Elimina
    3. Grazie :)
      Uno dei migliori insegnamenti dei miei genitori: non si può sempre e solo fare quel che ci piace.

      Elimina
  10. Ora sinceramente, sono indecisa: lo guardo pur sapendo che farà schifo, per avere anche io un motivo per sputarci sopra, o risparmio due ore della mia esistenza trombando?
    Cazzo, mi piace lamentarmi, è un a scelta ardua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io farei entrambe le cose, tesoro. Trombata di sfregio a quella sfigata della protagonista!

      Elimina
  11. Questo Lars manco se me pagano. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio due ore al parco sotto il sole! :)

      Elimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.

Il passato è una terra straniera

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.