9 maggio 2014

Listography # 19 - Your most embarrassing moments or habits

The Life In A Year

Vuoto. Ovviamente non mi viene in mente assolutamente niente. Non che non abbia motivi per sputtanarmi così, in allegria e pubblicamente ma perché mi sembra di aver fatto poche figure di merda nella mia vita - o le ho probabilmente rimosse tutte - e di non avere abitudini particolarmente imbarazzanti. O, almeno, non lo sono ai miei occhi.
Ma ora ci penso, giuro. E qualcosa tiro fuori sicuramente.

Your most embarrassing moments or habits

Anni fa, nel mio periodo a San Francisco, avevo l'abitudine di mandare sms a uno dei miei migliori amici dopo ogni mia avventura sessuale, raccontandogli particolari e sciocchezze varie, aggiungendo commenti e anche dando un punteggio al grado alcolico della serata. Stronzate insomma, per divertirci insieme nonostante la lontananza. Il suo nome inizia con la lettera D. Mio padre, all'epoca, era registrato come "dad". Ecco. Alcune volte i messaggi non sono mai arrivati a D. e, la mattina dopo, trovavo le risposte di mio papà. Ecco.
Mi scaccolo. Cerco di farlo con discrezione eh, ma lo faccio e ogni tanto vengo beccata. Regressione istantanea ai tre anni.
Non resisto dall'estrarmi le mutande dalle chiappe. Ovunque io sia. Mi mandano in bestia e devo porvi istantaneo rimedio. Non importa se qualcuno mi vede.
Ho vomitato mentre facevo del sesso orale a un ragazzo, anni fa.
● Ho litigato pesantemente con la mia professoressa di teologia all'università. Davanti a tutti. Dicendole, praticamente, che era l'anticristo e non valeva un cazzo per avermi discriminata all'esame per non essere battezzata.
Mi è scappato un "ah madonna" durante l'interrogazione di fisica al liceo, mentre risolvevo un problema alla lavagna con conseguente presa in giro seriosona della mia professoressa.
● Ho i baffi rosa :)


Share:

48 commenti:

  1. Disincastrarsi le mutande dalle chiappe è un diritto sacrosanto!
    E quella degli sms hahahahahhaahaha! Io mi sarei sappellita XDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le mutande nelle chiappe, son sicura, son una punizione divina per chissà quale malefatta compiuta in un'altra vita.
      E, fortunatamente, mio babbo è un tipo sportivo ahaha!

      Elimina
  2. ● Mi scaccolo. Cerco di farlo con discrezione eh, ma lo faccio e ogni tanto vengo beccata. Regressione istantanea ai tre anni.
    ● Non resisto dall'estrarmi le mutande dalle chiappe. Ovunque io sia. Mi mandano in bestia e devo porvi istantaneo rimedio. Non importa se qualcuno mi vede.

    Tu sei la mia sorella gemella più magra e con gli occhi verdi xD
    E anche io ho i baffi...ma non rosa xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', non possiamo avere proprio tutto uguale eh! Ma quei due punti attestano oltre qualsiasi prova biologico-scientifica che ci hanno separate alla nascita. Grido allo scandalo!

      Elimina
    2. Anche la mia bietola da compagnia si sta scandalizzando xD

      Elimina
    3. Non ti dico il pomodoro! Facciamoli incontrare! *_*

      Elimina
  3. GUERRA DI CACCOLEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio sogno da sempre e per sempre! Stiamo in squadra insieme?

      Elimina
  4. Si una birba!
    Il tuo papi sarà (stato) felice di avere una figlia sveglia e intelligente e di avere conferme di ciò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le conferme di avermi cresciuta bene sono state, per lui, molto importanti!

      Elimina
  5. Siamo due brave figlie io e te. :)
    Comunque sto ridendo come un'imbecille per la scena vomito-fellatio.

    Chapeau

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ce ne fossero di figlie come noi! Per lo meno i nostri genitori sanno quel che facciamo e come la pensiamo!
      Vomito+fellatio = l'amore!

      Elimina
  6. Gli hai vomitato sul pistolino??? OO

    E... un'altra domanda: tuo padre che ti diceva riguardo alle tue avventure americane? :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli ho vomitato sul pistolino, confermo. Io avevo bevuto troppo, lui spingeva troppo. Combinazione letale.

      Mio padre è un tranquillone, generalmente mi rispondeva con cose come: "bevi poco", "stai attenta", "un nipotino mi piacerebbe". Io morivo.

      Elimina
    2. Ahahhahahahahahha "un nipotino mi piacerebbe"

      Il mio amore per te cresce sempre di piú <3

      Elimina
    3. Ahahaha grazie! <3
      Il nipotino lo vorrebbe ancora ma non penso gli arriverà mai!

      Elimina
    4. Ahahaha NON CI CREDO! Grosso dio tuo padre :)

      Moz-

      Elimina
  7. Ah, vabbè, chissà che mi credevo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai farsi aspettative!

      Elimina
    2. E invece da te mi attendo parecchio, altrimenti perché ti avrei messa tra i miei preferiti?

      Elimina
    3. Questo lo sai tu :) le aspettative sono la tomba di ogni rapporto!
      E poi io sono una persona poco incline alle "follie".

      Elimina
    4. intendevo come blogger. Come follie, cara lei, la mia ultima risale - mi pare - al '78, per cui può andare tranquilla

      Elimina
    5. Me ne sto tranquilla, allora.
      Per il resto non cerco di soddisfare le aspettative di chi mi legge, riesco a stento a soddisfare le mie!

      Elimina
    6. Ma infatti non devi cercare di soddisfare, continua solo a scrivere tranquilla

      Elimina
    7. Non avevo intenzioni differenti.

      Elimina
  8. Lol. ♥♥♥
    (Io mandai sms simili ai tuoi ad un mio prof di università, piu volte)

    RispondiElimina
  9. ...anche io mi scaccolo...
    ma con discrezione assoluta!

    RispondiElimina
  10. Io mi scaccolo ai semafori.. di vomitare ti è capitato con Rocco Siffredi (no, li era più facile il soffocamento...ahah.. )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un casino di gente lo fa ai semafori :)
      (No, io non sono tanto amante dell'abbondanza estrema!)

      Elimina
  11. mamma mia quella dlle mutande capita anche a me, non resisto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ma ste cazze di mutande a cosa servono se ilqulo non te lo comprono ma vanno giusto dove non devono? -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ma quello che dico anche io! Milioni di anni di evoluzione e ancora nessun miglioramento!

      Elimina
  12. ma il ragazzo...come reagì? cosa disse?(se non sono troppo indiscreta a chiederlo...puoi anche non rispondermi.!:)
    Bacio!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nulla di che. Nel senso che, a parte lo schifo iniziale, la cosa si concluse con una risata!

      Elimina
  13. Questa è una lista che io devo assolutamente NON fare :P

    (cavoli quanto mi perdo di questo blog...e mi dispiace un sacco :( )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', ora naturalmente voglio sapere!

      (e grazie! Ora, comunque con l'inizio del lavoro stagionale i ritmi di pubblicazione diminuiranno!)

      Elimina
  14. AHAHAHAHAHAH!
    Sei la meglio, davvero. Quella di tuo padre è... è... basta. Rido un sacco. Pure quella delle mutande tra le chiappe è fantastica. Lo faccio pure io ma con discrezione.
    Ma la prof che t'ha discriminato perchè non sei battezzata?! Ma tipo un calcio volante sui denti?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prof era una povera cretina, cosa ci vuoi fare!

      Elimina
  15. Ahahah muoio dalle risate nel pensare la faccia che potesse avere tuo padre durante la lettura dei messaggi! Ahaha comunque povero ragazzo e mitica tu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E povero mio padre!

      Elimina
    2. Lui più di tutti, roba che se lo facevo io mio padre prendeva il primo volo e mi uccideva..Ma mio padre è calabrese quindi non fa testo su queste cose!

      Elimina
  16. sulle prime tre ti capisco, dal sesso orale in poi no, ma qualche aneddoto avrei da raccontarlo. come avrai capito però non sono sessualmente schifiltoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello neppure io ma dall'altra parte non la pensavano allo stesso modo.

      Elimina
    2. sono degli idioti. perdonali, se puoi

      Elimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.

Il passato è una terra straniera

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.