30 luglio 2014

Listography # 31 - Bands you've seen live

The Life In A Year

Posso dirlo? Posso dire che questo tempo mi ha leggermente stufata? Per usare un eufemismo. Io amo l'autunno, sia chiaro, e l'estate non è per nulla la mia stagione ma lavorando all'aperto, andando al lavoro in bici, essendo a 200m dal mare... ecco, sarebbe più comodo se ci fosse il sole. Sono contenta io, sono contenti i turisti che sembra che con la pioggia impazziscano, siamo contenti tutti. E questo ultimo mese di lavoro, almeno, non mi farà venire tic nervosi per lo stress!
Premesso questo, rieccomi qui. Con la lista. Lo so, prima o poi riuscirò a proporvi un post sensato con qualche aggiornamento inutile ma che, almeno, mi porti a un impegno cerebrale superiore a questo.
Non ho visto molti concerti, in realtà. Ma qualcosina c'è anche se, mi rendo conto, poca roba.

Bands you've seen live

● Fabrizio De André. Qui baro, ero nella pancia di mia mamma, ma mi piace spacciarlo come il mio primo concerto. Contando che lui, per me, è inarrivabile.
● Nomadi. Da bambina, spessissimo, a seguito dei miei genitori.
● Francesco Guccini. In adolescenza spesso. L'ultima volta un paio di anni fa.
● Fast Animals and Slow Kids. Gruppo italiano (di Perugia, mi pare). Talentuosi. E scemi.
● Ministri. Belli, belli, belli i loro live. Io adoro i gruppi che, poiché ancora "piccoli", fanno i concerti in 'sti posticini nei quali si è tutti così vicini da sentirsi una famiglia.
● Neil Young. Adorato.
● Bob Dylan. Vedi sopra.
● Blink 182 e NOFX. A 17 anni a Los Angeles. 
● The National. Quando facevo l'au-pair a Vancouver. Il concerto era tipo attaccato a casa. Stupido non andarci.
● Ben Harper. Insieme a mio fratello. Gran bello spettacolo.
● Lou Reed. Al Vittoriale. Praticamente senza fiato ma, per me, un simbolo.
● Franco Battiato. La meraviglia.
● Red Hot Chili Peppers. Gran spettacolo ma delusione canora. Stonatissimi.
● Banco del mutuo soccorso. Un'enorme emozione.
● Tracy Chapman. Ottimo concerto visto almeno una decina di anni fa rovinato solo da dei cretini che non hanno fatto che parlare.
Share:

22 commenti:

  1. Dei tuoi ho visto nomadi e banco

    TTrenta anni fs

    RispondiElimina
  2. Già nella pancia eri una grande grande Figa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahaha! Merito dei genitori!

      Elimina
  3. ...decisamente i tuoi inizi musicali sono stati dei migliori...
    eterni ringraziamenti a tua mamma per questo
    la mia mi ha concepito dopo un weekend di patty pravo e fred bongusto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahaha, be' dai ne sei uscita comunque molto bene!

      Elimina
  4. E' una lista sorprendentemente eterogenea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh sì, in termini musicali spazio molto.

      Elimina
  5. Francesco Guccini me lo sono dimenticata! Anche io l'ho visto almeno un paio di volte! E mi fa morire vedere come, da metà concerto in poi, inizia a darci giù di vino rosso e a bofonchiare. Ha la erre come la mia. Non potrei non amarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaha, sì ormai porello non ce la fa più!

      Elimina
  6. Battiato ce l'ho. Non ero una big fan ma regalai i biglietti a Madre per il compleanno (lei è una groupie) e rimasi così colpita dalla potenza di quell'uomo. Su cd è tutt'altra cosa. Da lì mi sono innamorata, sarà stato 5/6 anni fa.

    Informazione non richiesta (la lascio qui che mi trovo a mio agio come sul mio blog): il miglior concerto della mia vita è stato quello di Paolo Conte. Ho una malattia per lui e vorrei rivederlo altre migliaia di volte. Indimenticabile.
    Paolo ai lov iù, merri mi anche se sei old <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolo Conte mi manca. Ammetto di non amare tutta la sua produzione ma possiede un'eleganza straordinaria che fa venir voglia di stare ad ammirarlo.

      Elimina
  7. Shame on me, non ne ho visto nessuno di questi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna vergogna. C'è sempre tempo!

      Elimina
  8. Ottimi concerti!
    Anche qui, solo Nomadi in comune!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Mi sa che i Nomadi tutti, in qualche modo, li hanno visti!

      Elimina
  9. > rovinato solo da dei cretini che non hanno fatto che parlare
    Lo sport ciarlatorio continua ad essere molto diffuso.
    Ovunque. Dai treni, ai concerti, dai convegni alla milonga. Devo portarmi dei tapponi di sughero in milonga da applicare a certi blateratori/ici compulsivi.

    Ma se c'avete 'sta nobile e meravigliosa tensione communicatoria di cose nobili e importanti, perché non ve le andata e dire in qualche ameno luogo invece di rompere mammasantissimi ad altri che non sono così profondamente interessati ad esse?
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa avranno, poi, tutti da dirsi da non aver la capacità di godersi in santa pace il momento?

      Elimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.