11 settembre 2014

Listography # 37 - Names of past schools or classes you've attended

The Life In A Year

Questa lista mi mette angoscia perché mi fa confrontare con me stessa e mi fa rendere conto di quanto poco io abbia fatto nella mia vita. Giubilo.
Togliamoci il dente.

Names of past schools or classes you've attended

● Scuola elementare H. C. Andersen - oh, conta anche quella e manco ho nominato l'asilo!
● Scuola media A. Canossi - che brutta roba la scuola media
● Liceo Scientifico F. Moretti - che ansia il liceo
● Università degli Studi di Brescia - Scienze e tecnologie delle arti e dello spettacolo
● Università degli Studi di Milano - Scienze umanistiche per la comunicazione
● Corso di Inglese a Los Angeles
● Corso di regia sui videoclip
● Corso di spagnolo
● Nuoto agonistico
● Seminario sulla degustazione dei vini
● Seminario sul cinema neorealista
● Corso sull'organizzazione di eventi culturali

... e una serie di altri corsi/seminari pressoché inutili.

Come spendere bene tempo (e soldi).
Share:

29 commenti:

  1. I seminari inutili sono la mia passione :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh non dirmelo. Passerei la vita a fare corsi. Sarebbe un bel lavoro!

      Elimina
  2. Il seminario sulla degustazione vini è notevole!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma continuo a non capirci niente. Per il corsi di degustazione ci volevano troppi soldi :D

      Elimina
  3. ecco, se volessi essere cattivo se non malvagio dovrei fare uno dei miei commenti..... ma evito per delicatezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma no, è garbo associato a ritrosia.

      ti ho risposto da me bella bresciana tatuata.....

      Elimina
  4. il corso d'inglese a los angeles lo voglio anch'iooo!

    RispondiElimina
  5. Alla faccia tesoro! Qua ci fai il culo a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macché son tutte sciocchezze di cui (purtroppo) non me ne faccio niente :(

      Elimina
  6. Mi sa che io ho fatto sì e no la metà di queste cose XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente ne hai fatte altre! <3

      Elimina
  7. Almeno non c'hai le suore del sacro cuore nella lista.
    Io sì, ovvio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è questo che ti ha resa così speciale <3

      Elimina
  8. ...sei culturalmente inarrivabile ragazza...
    dico sul serio!

    RispondiElimina
  9. Un seminario sui vini, ma pure sul cibo, lo troverei fantastico! Almeno per capirci qualcosa!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oltre perché son cose buone è bello sapere cosa si mangia e beve!

      Elimina
  10. Ok, penso che io e te potremmo capirci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Addirittura? Facciamo progressi.

      Elimina
  11. Insomma, ce le hai due cose in croce sul curriculum!! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto inutili che manco le ho messe nel cv!

      Elimina
  12. Dovresti andare fiera di quello che hai fatto. La mia lista si conclude con la scuola superiore :S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah no no, per quello sono pure fiera io!

      Elimina
  13. Oh mio dio. OH MIO DIO.
    Scienze e tecnologie delle arti e dello spettacolo!? Corso di Inglese a Los Angeles!? Corso di regia sui videoclip!? Seminario sul cinema neorealista!?
    Ti supplico, dimmi che hai realizzato tutti i tuoi sogni e che il cinema non è poi così irraggiungibile nè improbabile come campo in cui lavorare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo ti devo deludere. Come si suol dire: uno su un miliardo ce la fa! :D

      Elimina
    2. Non vorrei sembrarti invadente e non sei obbligata a rispondermi figuarti, solo così, un po' per curiosità e un po' per schiarirmi le idee: qual'era la tua utopia di lavoro? e cosa fai ora invece?

      Elimina
    3. Inizialmente avrei voluto lavorare alla regia di pubblicità/videoclip. Poi rimanere nell'ambito pubblicitario. Alla fine, ora, mi barcameno tra mille lavori che nulla hanno a che fare con questo :(

      Elimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.

Il passato è una terra straniera

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.