23 ottobre 2014

Listography # 43 - The things you wish you had a second chance to do

The Life In A Year

Ovvero le cose che mi lagno di non aver fatto o di aver fatto di merda perché:
1. non ho costanza
2. la vita è una merda
3. sono una pusillanime

The things you wish you had a second chance to do

● Tornassi nel 2005 non accetterei passivamente il non-rinnovo del visto e cercherei il modo per rimanere a San Francisco. Stronzi loro e stronza io.
● Forse (ma non sono proprio sicura) sceglierei una facoltà universitaria diversa da ciò che ho frequentato.
● Avrei dovuto scegliere il Liceo Classico. Invece ho fatto lo Scientifico.
● Lasciare la mia ex prima di quanto ho fatto.
● Essere più coraggiosa.
● Andare al conservatorio.

Fine. Tutte cose noiose. Ma ho paura della mia stessa ombra per cui è raro trovare dell'avventura, qui.

AGGIORNAMENTO: la creatrice del progetto si è interrotta qui e, quindi, non mi è stato possibile completare tutte le liste rimanenti.
Share:

22 commenti:

  1. Errori di battitura sopra.
    Anche io sceglierei un'altra facoltà o, ancora peggio, non ne sceglierei nessuna...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla :)
      E sì, sai che a volte ci penso anche io? -.-

      Elimina
    2. Chissà come sarebbe andata se avessimo preso altre strade?! Me lo chiedo sempre. Ma so anche che non serve a niente chiederselo. Avrei dovuto farlo nel momento in cui mi trovavo ad un bivio.

      Elimina
  2. sulle scelte scolastiche tutti hanno più o meno questo pensiero, ma anche no. diciamo che ci si pensa sempre perchè a livello lavorativo le cose non sono mai per forza di cose andate come si voleva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì senza dubbio è per quello. O per lo meno scegliere qualcosa che una più concreta possibilità lavorativa.

      (Ex, di qualche anno fa)

      Elimina
  3. Oh, io e te ci leggiamo nel pensiero. Pentite della scuola e con rimpianti sull'estero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per questo stiamo così bene avvolte nella coperta fingendo che non esista il mondo!

      Elimina
  4. Pure io mi pento di non aver fatto il classico, sarei stato più bravo credo. Ma amen, ormai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saremmo stati due bellissimi amanti della grecità!

      Elimina
  5. Sempre il Classico, Classico uber alles :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forever fino alla fine dei tempi!

      Elimina
  6. Io sono convinto di amare la letteratura perché ho fatto ragioneria, appassionandomi in seguito, senza forzature. Il classico ad un'età troppo imbecile me l'avrebbe mandata a nausea magari... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel che dici ha il suo senso, senza dubbio. L'unica cosa che so è che al classico sarei stata sicuramente più brava (ed ero brava anche allo scientifico eh!).

      Elimina
  7. Madonna la scuola come rovina la gente.
    Comunque non sei una pusillanime, sei adorabile :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahaha! Quanto disagio a causa della scuola.
      E... <3

      Elimina
  8. Anch'io ho sempre avuto il pallino del classico. Poi ho dato Matematica generale e ho ringraziato quelle quattro cose che sapevo (di merda) dallo scientifico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah no quello sicuro, quelle poche cose che ricordo sono utili, ancora, anche a me!

      Elimina
  9. Io ho fatto il liceo classico, ringrazio la SuperMamma per avermi obbligata...
    Però com'è strano che così in tanti ci si penta della scuola frequentata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si capisce sempre dopo. A 13 anni si è troppo piccoli!

      Elimina
  10. Fighissimo il conservatorio!

    RispondiElimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.