4 gennaio 2015

Il mio destino non tradisce. Ho cercato me stesso. Non si cerca che questo (cit.)

Oggi ero in treno isolata dalla realtà e assorta in un libro - sto leggendo il terzo volume di Hunger Games e vivo in un continuo stato d'ansia dettato dalle sorti dei protagonisti. Come se non fosse già abbastanza la guardia alta che mantengo sempre. In ogni istante. Ma va be', questa è un'altra storia. Una storia di realtà decompressa e sfogata con la fantasia e i libri.
Oggi ero in treno, dicevo, e tra le pagine del libro e gli occhi a perdersi nella campagna fuori dal finestrino - ve l'ho detto che io adoro la campagna? Le distese infinite e piatte sanno tranquillizzarmi - pensavo. Pensavo a una serie di eventi che si stanno succedendo e a come, molto spesso, per me il nichilismo alla maniera di Nietzsche, non quello farlocco di chi nulla sa di cosa si stia parlando, è stato un bellissimo muro di protezione che mi ha permesso di non farmi ferire troppo dal mondo. E insomma pensavo a questo, ai cani che mi mancano quando sono lontana, alla futilità e alle lusinghe della speranza, a cosa avrei mangiato a cena, alla crudeltà dei veri cinici, a quanto è bello il sole nei campi, al sesso, al casino che ho sempre in testa. Pensavo a tutto questo e una persona  che per me è una certezza - una delle certezze più assurde, strampalate e senza senso della mia vita - mi ha scritto. E mi ha scritto le stesse parole che vedevo vagare nella mia testa. Di Nietzsche e del nichilismo e della cattiveria e dei sentimenti e del romanticismo. E di un sacco di cose che non ci diciamo ma sappiamo e sentiamo.

E ha detto:
Siamo nella sua era
Quella del nichilismo
Io sono nato in quella della speranza
E ho risposto:
A conferma che io non troverò mai un posto in questo mondo.
E ha aggiunto:
Per ora hai l'amore. Sei invincibile.
E anche il mio amore platonico.

E mi ha salvata.
Noi, a modo nostro, salviamo sempre le rispettive derive.

Ed è un episodio sciocco, forse, per chi legge. Ma volevo condividerlo perché per me fa parte di ciò che dà senso. Per me è una delle primissime cose davvero belle di questo nuovo anno.
Share:

34 commenti:

  1. Tientela sempre stretta una persona così, a trovarne cavolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui è il perfetto amore platonico.
      Non ci vediamo mai. Ma ci sentiamo - a tanti livelli - sempre.
      E sai, credo non serva tenerci stretti, perché non è dato perdersi in un rapporto del genere.

      Elimina
    2. L'amore platonico tra una donna ed un uomo.
      Mi chiedo sempre se sia reale,possibile o se sia il risultato dell'aborto di un altro eros.
      Leopardi fu amato solo platonicamente ma egli le desiderava quelle donne.

      Elimina
    3. Non so, UnUomo. Il rapporto con questa persona è sempre stato praticolare, completamente fraterno e privo di sessualità. Non mi sono mai posta il problema, quindi ed è per questo che non so risponderti.

      Elimina
  2. .... e siamo solo al 4....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna prendersi tutto, sempre. Mica sappiamo come andrà avanti!

      Elimina
    2. Sesso tra anime. Si può fare. Si fa.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Da pensieri da cui mi faccio mangiare sempre.

      Elimina
  4. sono quelle cose belle che non dobbiamo mai farci mancare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che non dobbiamo lasciare passare inosservate.

      Elimina
  5. Questa delle derive che si salvano la sento attualmente molto vicina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avere qualcuno che ci permette di non andare troppo al largo è importante.

      Elimina
  6. episodio sciocco?!
    ma se son tra le sole cose realmente magnifiche, le intese reali tra le persone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai, non tutti le sentono allo stesso modo.

      Elimina
    2. e anche questo è un discrimine tra le persone...

      Elimina
  7. Che bello quando ci si capisce così. Davvero, è una cosa bella è meravigliosa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tantissimo. Come se, davvero, tutto abbia un senso in questo mare di assurdità.

      Elimina
  8. No, non è sciocco.
    E le persone che arrestano, senza manco saperlo, i pensieri mangia cervello e anima sono le persone che ci dobbiamo portare dietro sempre. Anche solo con il pensiero.
    <3.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono persone speciali. Di cui non prendi tutto e non tutto ti piace ma che sono perfette per alcuni momenti. Ed è davvero magica come cosa.

      Elimina
  9. ...non è sciocco, è da te, ergo parecchio significativo!
    la consapevolezza che ci sia qualcuno che smezza con noi la nostra dose di brutto quotidiano lo trovo meraviglioso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che tu abbia cominciato a cogliermi e capirmi come poche persone, davvero.

      Elimina
  10. Hai fatto bene a condividerlo, perché è davvero una cosa bella. Ti invidio questo genere di legami, specialmente in questo periodo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono spesso piena di queste cose dense e mentali e a distanza. Un po' è una forma di protezione ma non ti nascondo che a volte vorrei più concretezza fisica. Ma non posso, comunque, che essere felice di quel che c'è.

      Elimina
  11. Persone così sono quelle che dovrebbero sempre esserci. Riescono a fermare le derive, come dici tu, che imbocchiamo anche senza volerlo.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono persone con un talento speciale. Concordo. <3

      Elimina
  12. Tutt'altro che un episodio sciocco.

    RispondiElimina
  13. Quella che ti è accaduta è una cosa davvero bellissima...
    e niente, questo post mi è piaciuto molto. Ti lascio un cuoricino <3

    RispondiElimina
  14. Beh, io sono nuova da queste parti, ma con questo post mi hai conquistata! Per fortuna, ci sono persone che salvano, altrimenti saremmo circondati solo da un branco di iene pronte a farci a pezzi. Un bacio

    http://thatbionicgirlwithaheartofflesh.blogspot.it/

    RispondiElimina
  15. Il pensiero della cena nulla ha da invidiare agli altri :)

    RispondiElimina
  16. Persona meravigliosa e sintonia stra-or-di-na-ria che rende speciali momenti normali come quelli di un viaggio in treno. Moltiplichiamole queste persone e condividiamole :)

    RispondiElimina
  17. I treni fanno quest' effetto... sarà l'aria pesante che ti stordisce, ma alla fine si finisce sempre a pensare... di quei pensieri che distruggono quelle poche certezze che credevi di avere.
    Leggendo le tue parole sul cinismo -per non dire cattiveria- della gente, mi è venuta subito in mente wild word di Cat Stevens, anche lui in qualche modo lo dice che gli amici renderanno tutto più sopportabile " I hope you make a lot of nice friends out there". Nel tuo caso ne hai uno d'oro! ;)

    RispondiElimina
  18. La crudeltà è nei moderati, negli ipocriti.
    Essere cinici, al giorno d'oggi, è una virtù.
    Perché un cinico dissacra, rimuove, demolisce tutte le superfetazioni, le glasse, il ciarpame finto delle convezioni sciocche e cerca di andare al nucleo.

    RispondiElimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.