24 marzo 2015

The time is gone, the song is over, thought I'd something more to say

Allora, c'è da dire una cosa su di me: mi innamoro sempre.
Mi innamoro di tutto. 
Mi innamoro dei lunedì dei quali non hai timore perché sei in vacanza. Mi innamoro delle ultime pagine dei libri che contengono sempre molte più cose. Mi innamoro degli occhi stanchi e spossati, con le occhiaie scure, ma felici. Mi innamoro delle hit estive che scalano le classifiche. Amo fare l'amore di mattina, amo pensare al mare d'inverno.
Ma, diamine, credimi tu non assomigli per niente a nessuna di queste cose; non assomigli ai giorni di luglio pieni di storie da raccontare, non assomigli alle canzoni estive che hanno sempre qualche storia d'amore dietro e non sembri neanche un romanzo da raccontare ai pochi amici che lo sanno ascoltare.
Ed è una differenza sostanziale, che crea una squarcio, un punto di non ritorno tra te e i visi che ho osservato, scoperto, baciato in precedenza. Tu sei. Non somigli. Non ricordi. Sei e basta, anche se basta non è la parola giusta e ancora una volta sbaglio, perché sei troppo, ma non lo sei mai, non so se mi spiego.
E mi è capitato di associare fatti, luoghi e soprattutto cose ad ogni passo della mia vita, ad ogni screzio, ad ogni parola non detta, ma non ho mai incontrato qualcuno che queste cose le contenesse.
Tu contieni tutto, immateriale e non.

Share:

43 commenti:

  1. the lovesong of mareva prufrock

    (ma quanto splendore in un amare così)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci si prova, no, ad amare al meglio.

      Elimina
    2. ma tu n0n ci provi.
      ci riesci.

      Elimina
    3. K, non sono l'essere perfetto che pensi ahaha!

      Elimina
  2. parafrasando una vecchia pubblicità "...e cosa vuoi di più dalla vita?" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti posso fare un elenco? Ahaha!
      No, alla fine, va bene così.

      Elimina
  3. lo stavo notando in questi giorni: gli uomini diventano più belli con gli animali accanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande verità. 'sti cani di merda <3

      Elimina
  4. beh, da uomo io dico che lui è un bel figo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, e poi avete lo stesso nome ;)

      Elimina
    2. è bellissimo due volte allora. tienitelo stretto. poi si vede che tromba bene. nomen omen

      ps: ti ho risposto

      Elimina
    3. Ed è anche modesto ;)

      Elimina
    4. quella è una tattica. noi Francesco sappiamo il fatto nostro

      Elimina
  5. Wow, praticamente il contenitore dell'amore perfetto :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto non so, ma amore sì <3

      Elimina
  6. Oh my, fai venire voglia di amare! :)

    RispondiElimina
  7. "Tu sei. Non somigli." credo siano due afferamazioni che danno una gran sicurezza a chi vengono indirizzate, oltre ad esprimere tantissimo da parte di chi le "pronuncia".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. Ti toglie il dubbio di non essere mai abbastanza. L'essere se stessi e non "copie" è una meraviglia.

      Elimina
  8. Bellezza, tu sei l'amore.

    RispondiElimina
  9. ma tu quanto sei [e basta]?!
    credo che la tua capacità di amare non possa stare dentro un'onda di inverno o fra le lenzuola di un amplesso mattutino, credo che voi siate... e che trovarvi, tra migliaia di occhi che guardano altrove, sia stato un dono bellissimo e meritatissimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E la Pata mi fa piangere. Ma tanto. Hai la capacità di dipingermi con colori meravigliosi.

      Elimina
  10. Se scrivi così mi fari venire voglia pure a me di innamorarmi!

    RispondiElimina
  11. Ora dovrei fare il disadeguante, l'avvocato del diavolo (e della crusca).
    Innamorarsi sempre, innamorarsi di tutto.
    Non è possibile.
    Lo stato di grazia, divinatorio non può essere né frequente né permanente.
    Sai, a casa (diariosferica) sono sempre stato feroce sul pensierismo positivol, sulle felicità permanenti e altre cose del genere, io chiedo scusa per questo limite.

    Allora mi chiedo quale siano le parole che significhino ciò che intendi, che vuoi esprimere.
    E' il piacere dell'osservare, di cogliere quegli aspetti sottili e fuggevoli della vita, l'osservare-meditare-contemplare-trepidare.
    Qui dobbiamo abbracciare il linguaggio, capire come esso ci permetta di esprimere ciò che desideriamo condividere.

    Ora, spero, sarai non-innamorata di me.
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua è un'ottima riflessione.
      Naturalmente la mia era, per così dire, una licenza poetica. Non credo nemmeno io nelle felicità permanenti, sanno di stantio, puzzano di poca sincerità con se stessi e di scarsa e razionale visione sul mondo.
      Quel che intendevo dire - ma mi piaceva di meno il suono delle parole - è che mi appassiono continuamente a tutto. (Ho queste passioni enormi, quasi degli innamoramenti, che poi, naturalmente, pian piano si spengono e si adagiano sul piano della normalità sentimentale).

      Elimina
    2. Marevaccia, bello, mi piace. Provocazione, controprovocazione, etc.
      In effetti utile stimolo per un confronto.
      Avevo intuito, ovviamente, la licenza poetica.
      D'alta parte io sottolineo che bisogna sempre... trasgredire con intelligenza anche con il linguaggio, essendo così fini, profonde e importanti tra linguaggio e vita, tra lessico e vissuto, ciascuno influenza l'altro e ne è influenzato.
      Tra l'altro questa attenzione alla connessione linguaggio-anima e l'attenzione nell'uso del verbale può portare anche, come ogni vincolo, ad una buona creatività.

      Buondì

      Elimina
    3. Ho sempre molto amato giocare con le parole. Non ho grandi abilità e faccio quel che posso, ma le parole sono un'arma incredibile, nel bene e nel male e possono toccare vette di genialità inimmaginabili.

      Elimina
  12. di quell'amore che senti dentro i polmoni, invece che nel cuore o nello stomaco (si, io forse ho una leggera fissa per i polmoni questo periodo), non si riesce a parlare facilmente, rendendo abbastanza bene l'idea di ciò che si prova.
    tu ci riesci sempre splendidamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci provo. Per lo meno dentro di me è chiaro. Non è mai abbastanza rispetto a ciò che sento, ma è chiaro. Se poi giunge anche agli altri be', tanto meglio <3

      Elimina
  13. c'è tanto meraviglioso amore in queste righe, mi hai emozionata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, grazie. Riuscire a emozionare è qualcosa di davvero grande.

      Elimina
  14. Un amore così profondo, silenzioso, candido, passionale che mi fa venire i lucciconi agli occhi....
    Anche io vorrei sentirmi tanto così! Non so' veramente come si sta', ma penso sia fantastico, nonostante abbia una breve durata, poichè destinato ad entrare nella sfera della normalità, è pur sempre un momento che ti lascia senza fiato e ti fa battere il cuore forte, forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, poi si entra nella normalità. Ormai ci siamo da quattro anni ma ogni tanto mi piace farmi dei promemoria e togliermi dagli occhi l'abitudine.

      Elimina
  15. Proprio mentre non ti spieghi, ti spieghi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, è una grossa consolazione. <3

      Elimina
  16. Ho i brividi.
    Credo che sia una delle più belle dichiarazioni d'amore mai lette..

    RispondiElimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.