17 agosto 2015

Dicono che in Texas tutto sia più grande

Dicono che in Texas tutto sia più grande.
E come puoi dargli torto quando, in una notte d’agosto, seduta dietro un furgone, con il vento contro, i capelli che danzano al ritmo della sua musica, le gambe stese su un tappetto di fieno, ti guardi intorno, tentando di catturare il paesaggio, il momento, l’emozione con gli occhi e li vedi, i campi che scivolano via, tu che scivoli via, gli alberi che si confondono intorno a te sfumando i confini di una realtà che è ancora sogno. La tua anima non è sazia, i tuoi occhi cercano altro ed è allora che guardi su, in alto, in una notte d’estate con il vento contro, seduta dietro un furgone con le gambe stese su un tappeto di fieno.

Dicono che in Texas tutto sia più grande.
Ed è grande questa estate per la velocità con cui sta rotolando verso l'autunno, per i regali che non mi ha fatto ma per la consapevolezza che mi ha donato. Fatta di pazienza, di attenzione, di passi in punta di piedi, di attese.

Dicono che in Texas tutto sia più grande.
Ma chissà se è grande come la mia paura di tornare a casa da mio padre e a una realtà che non c'è più. Come la mia paura di lasciare ancora una volta, magari questa volta per poco, una vita che sento ormai appartenermi del tutto per una che mi diventa sempre più distante e aliena.

Dicono che in Texas tutto sia più grande.
L'amore che provo per lui mi sa che è come il Texas, allora. Ché è grande e sicuro e mi sembra di stare dentro una fortezza dove non può succedermi nulla. Oltre ciò che mi riserva la vita. Ché mica si può scappare.

Dicono che in Texas tutto sia più grande.
E chissà come sarà la Malesia che si avvicina sempre di più. Come saranno gli odori e i rumori. Le persone e il cielo. 

Dicono che in Texas tutto sia più grande.
Io in Texas non ci sono mai stata ma mi voglio fidare.


Share:

25 commenti:

  1. fidarsi è sempre un bene. o quasi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio farsi sempre due conti!

      Elimina
    2. Mareva, da oggi sono qui

      www.correndosulnaviglio.blogspot.it

      Elimina
  2. Secondo me con l'Amore che provi e che ti viene donato supera alla grande l'immensità del Texas ;)
    Un bacio Mareva!

    RispondiElimina
  3. Fidati di quelloche senti. E ricorda che nella vita, (quasi) nulla è irreversibile.
    In bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fido come fanno gli animali. A naso. <3

      Elimina
  4. Che bella l'immagine del furgone. In Texas non ci sono mai stata e non ho mai sentito dire 'sta cosa che sarebbe tutto più grande, però mi fido pure io va' :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I texani fanno un sacco vanto di 'sta cosa!

      Elimina
    2. Lo vedo dall'immagine che hai messo nel post XD

      Elimina
  5. Sicuramente sia la paura che il tuo Amore saranno più grandi del Texas, ma come è possibile vedere tutto il Texas, è possibile affrontare la paura, ed è possibile amare ancora di più.
    E' solo questione di tempo.


    <3

    RispondiElimina
  6. Neanche io ci sono mai stata, ma mi fido.

    RispondiElimina
  7. ...manco io ci son mai stata, ma se lo dici tu...
    mi STRA FIDO!

    RispondiElimina
  8. Rivedo le immagini di Dallas Buyers Club.
    Il Texas è uno di quei miti (dovuti alla colonizzazione inculturale statunitense) nei quali la realtà supera la peggiore fantasia.
    Per citare la citazione iconografica uno dei molti casi in cui "più tanto è peggio".
    Preferisco la Maremma, Andalusia o i fiordi norvegesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Texas come tutti i miti non ha nulla di mitico.

      Elimina
  9. La Malesia è una metafora o stai per andarci davvero? Io ci sono stata e mi ha affascinata... soprattutto il Borneo, ma poi ci dirai tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna metafora, ci vado davvero!

      Elimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.