18 ottobre 2015

Il tempo è un'invenzione dell'uomo

Un libro. Un pezzo di carta che spunta tra le pagine e due righe scritte a diciassette anni.
Ce l'hai fatta da sola e vorrei che capissi, una volta per tutte, che non sei l'anello debole, anche se spesso ti sei sentita tale. Sei forte e sei coraggiosa.
Chi se lo ricordava? Un messaggio dal passato.

E poi mi ritrovo così, incastrata tra due cifre, impigliata in emozioni confuse, abbastanza da non capire come fare a venirne fuori, come cavarmela in mezzo a tutta questa vita che, accelerando, vuole travolgermi. E io sono sempre qui, qualche parola che sfugge e un milione di stelle negli occhi, nel riflesso di un cielo autunnale, nel coraggio che bisogna trovare per fermarsi, guardarsi, capire come reagiremo al cambiamento, come stiamo cercando di fare i primi passi, se stiamo fallendo o se è così che inizia ogni viaggio, dalla forza delle contraddizioni.
Come camminare su un filo. 
Tra l’immensità della vita, tra le svariate, molteplici, intricate, confuse strade che si snodano in percorsi differenti, che si intersecano e si incrociano, si sfiorano senza toccarsi mai, parallele e indivisibili.
A volte si ha come la sensazione che tutto stia per crollare: certezze, convinzioni, sogni.

Ed è così che mi sento: in precario equilibrio su un filo sospeso a metà tra cielo e terra, infinito e realtà. E da qui, a questa altezza indefinita, ho doppiamente paura: guardando in basso, paura di fare un passo falso e precipitare in quel baratro che è banale quotidianità, dominio costante della ragione sull'emozione, opinione che opprime il sogno; contemplando il cielo, invece, paura di volare in alto, lontano dalle certezze e dalle persone, come una lanterna cinese in una notte d’agosto.

Non sono poi così cambiata da quando avevo diciassette anni.
Ma sono cambiata tantissimo da quando avevo diciassette anni.


Share:

42 commenti:

  1. E' per post come questi che ti amiamo.
    In ogni caso, la vita è proprio mantenersi in equilibrio...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma da quando provi sentimenti, tu?
      Grazie Moz! E comunquesì, ma pensa che fatica una come me che inciampa anche a piedi nudi!

      Elimina
    2. Eh, ci sono giornate dove i sentimenti mi travolgono, e non sempre in bene.
      Sono umano anche io, ma tornerò a farti incazzare. E' una promessa :D

      Moz-

      Elimina
  2. Non so se adorarti di più per il post o per l'immagine di Lisa Simpson, icona e modello della nostra vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quell'immagine di Lisa è il riassunto di 32 anni di vita! <3

      Elimina
  3. Che bello ritrovare cose scritte anni prima. Cioè, immagino, a me non è mai capitato.
    Io diversamente da te vorrei avere il coraggio di fare quel saltino verso la follia. Non so perché, ma identifico questo salto con il viaggio, la fuga dalla zona sicura. Mi do un anno di tempo, giusto per laurearmi, e poi... devo fare qualcosa per.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ritrovare vecchie cose è stranissimo: catapultati di colpo a sentimenti antichi. Io di solito faccio piazza pulita di tutto ma qualche volta, qui e là, qualcosa sfugge.
      Capisco perfettamente il tuo sentimento, comunque. Io lo vivo costantemente, a fasi alterne.

      Elimina
  4. ...sei stata brava...
    non so se sei chi speravi di essere a 17 anni, ma so che a vederti da fuori sei qualcosa di speciale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onestamente non sono chi speravo di essere, ma quel che sono direi che mi piace la maggior parte delle volte.

      Elimina
  5. Hai descritto perfettamente quello che provo, il senso di precario equilibrio, la paura di cadere giù e il timore di spiccare il volo.
    Penso che queste siano sensazioni comuni a tutti (o quasi), che ci porteremo dietro per tutta la vita, ogni volta il vuoto, l'equilibrio e il volo saranno rappresentate diversamente, ma quello che proveremo sarà lo stesso!
    Un bacio Mareva, post bellissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando ti leggo mi identifico moltissimo e sì, sono convinta anche io che questo genere di sentimento ce lo porteremo con noi sempre. Ma è anche ciò che ci fa essere così, ciò che ci caratterizza.
      Un abbraccio.

      Elimina
  6. Io di stare in equilibrio mi sono rotta. Voglio essere serena e stabile nella mia vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho sempre voluto anche io. Ma poi mi rendo conto di essere inquieta e che quindi, forse, stabile non lo sarò mai con costanza e continuità ma solo a periodi.

      Elimina
  7. La paura ti permette di vedere meglio fidati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La paurs è un'ottima risorsa, mi pare di capire e sentire.

      Elimina
  8. Ma tu sei sempre stata cool. È così che ti vedono e ti leggono i miei occhi. Una donna piena di vita emozioni e coraggio. E queste parole lo dimostrano. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma gli occhi dell'amore non contano! <3

      Elimina
  9. Risposte
    1. Sembra una minaccia ma sì, vedrò.

      Elimina
  10. Ed io che a 17 anni litigavo con i brufoli....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh be', quello anche io, ma non solo!

      Elimina
  11. Un messaggio dal passato... grande Giove! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh poi oggi è proprio il giorno giusto!

      Elimina
  12. Quello "stiamo fallendo" che ci attanaglia i passi non lo scrolliamo di dosso..da un lato ci sprona.. dall'altro ci mischia le carte geografiche e svelle ponte levatoi.. ma è una lotta che ci mantiene curiosi e ci solleva dallo sbrago emotivo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo "stiamo fallendo" come zainetto sempre presente sulla mia schiena. Ho paura, però, sai? Di quanto potrebbe vincere lui e non essere più spinta ma solo zavorra.

      Elimina
  13. Che post meraviglioso Mareva e come ci nuoto dentro...ma non ero così a 17 anni, forse peggio forse meglio chissà..
    Ora i sono ferma sul filo, non vado ne avanti ne indietro..
    Che faccio, aspetto di cadere? mah forse si..ho timore del vuoto ma non del tonfo...
    Ti stringo forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non lo so? Io cerco sempre di mantenermi in equilibrio e non cadere. Ma magari la paura è maggiore del danno.
      Ricambio la stretta!

      Elimina
  14. Ho ripreso a scrivere... con un nuovo blog..

    RispondiElimina
  15. Hai detto tutto, cos'altro si può aggiungere?
    <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovremmo solo abbracciarci noi due.

      Elimina
  16. Mi ero persa questo post che invece è meraviglioso. E niente, volevo dirtelo, che hai le parole educate che sembra sappiano sempre come disporsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu hai sempre orecchie e occhi attenti.

      Elimina
  17. parole meravigliose. E non sai quanto ti capisco.. sicurezza insicurezza felicità infelicità rischio paura.. componenti essenziali dei miei viaggi mentali. Ah, e poi mi ritrovo molto in Lisa. Lo penso tipo sempre. Anche ora.
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lisa è una maestra di vita. Mi piace e mi spiace che mi capisci. Ma prima o poi troveremo un senso.

      Elimina
  18. La vita ti sfida, Mareva, ci sfida tutti...a scegliere se preferiamo essere funamboli nostalgici del terreno o così terreni da sentire nostalgia del cielo... chissà. So solo che certe sfide all' equilibrio acuiscono i sensi. E comunque, a 17 anni si era ben cazzute e sagge, peccato non averlo saputo all'epoca ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà cosa è meglio. Chissà se esiste un meglio.

      Elimina
  19. Leggerti mi apre sempre la mente, mi fà pensare, mi fà guardare dentro e, a volte riesci a trasformare in parole i miei pensieri e dubbi, che a volte sono uguali ai tuoi, io che a parole non sono brava ad esprimermi. Mi piace leggerti, qualsiasi cosa scrivi. <3
    Comunque visto che si parlava del tempo, pensa come stò messa io, che io inconsciamente sono arrivata a dimenticare quanti anni ho, quando me lo chiedono devo sempre farmi il conto a mente, per me ho sempre 16 anni con 10 di esperienza! =P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scusa, ma che belle parole mi dici? Ma piango. Grazie mille, davvero.

      Comunque 16 anni con 10 di esperienza sono una gran bella età!

      Elimina
  20. Hai doni rari : la capacità di capire come ci si ritrova vivendo, la semplicità nel trasmettee i tuoi preziosi pensieri.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte, quando mi vengono fatti complimenti del genere mi stupisco di come la gente mi veda. Ed è bellissimo. Grazie.

      Elimina
  21. Oh. A me piace leggerti ad alta voce! Sei piacevolmente piacevole.
    Così, volevo dirtelo :)

    RispondiElimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.