22 settembre 2017

Settembre

Vorrei saper descrivere quella malinconia che, a volte, mi prende e mi strattona.
Vorrei saper dire quel sentimento senza forma e confini che mi riempie le unghie e i capelli.
Quanto tempo mal utilizzato.
Questa malattia del pensare che mi tiene occupata e toglie spazio al tutto.
Forse dovrò togliere un dente.
Penso che dovrei riprendere a scrivere ma è come se mi fossi disabituata. Com'è possibile? Gesti, un tempo quotidiani, diventano improvvisamente antichi.
Come si fa a disabituarsi a una disabitudine?
Fra due giorni andremo a Venezia. 
Mio babbo, domenica, mi ha recitato a memoria interi brani della Divina Commedia, dell'Iliade e della Gerusalemme liberata. La differenza tra me e lui è proprio questa. A lui la malattia mica lo spaventa. Io sono terrorizzata da un errore nel mio battito. Nel mio sangue. Senza il mio permesso.
Non riesco a gestire la mia debolezza caratteriale certi giorni. Preferisco ritrarmi che difendere ciò che mi spetta, la maggior parte delle volte. Penso che spesso non valga la pena discutere ed è molto più semplice mollare il colpo. Sarà che sono paziente o masochista, che sono un po' la stessa cosa, da un certo punto di vista.
Nel frattempo, però, ho smesso di avere paura dei ladri.
Ho passato una giornata a Ravenna.
Ho letto, letto e letto e guardato pochissima tv. Ho iniziato un numero imprecisato di serie e giacciono tutte alle prima o seconda puntata. Mi sembra di sprecare tempo. 
È tornato l'autunno. E mi rende contenta.
E poi sono innamorata.


Share:
Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.